Dal 18 maggio riapre il Vittoriale: 100 mila biglietti per i sanitari lombardi

0
887
di Marco Beck Peccoz

“Io ho quel che ho donato” è uno dei motti più amati da Gabriele d’Annunzio, tanto che lo volle scritto all’ingresso del Vittoriale. Consapevole di quanto i cittadini della Lombardia abbiano ricevuto in questi mesi dai medici, dagli infermieri e dal personale sanitario della regione, la Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, splendido sito del Lago di Garda, ha deciso di mettere a loro disposizione 50mila biglietti gratuiti, ognuno valido per due persone. Il presidente Giordano Bruno Guerri ha dichiarato: “L’enorme sacrificio umano di questi giorni non ha avuto conseguenze ancora più devastanti anche grazie all’impegno eroico e quotidiano di chi opera nella Sanità lombarda. A loro vogliamo manifestare la gratitudine di tutti gli italiani con un omaggio di bellezza e di pace: una giornata serena in uno dei luoghi più belli del Garda, della Lombardia e d’Italia. Oltre ai medici e agli infermieri penso a tutto il personale amministrativo e di servizio, e mi sembra il modo migliore per festeggiare il 1° maggio.” I 50mila biglietti verranno consegnati al presidente Attilio Fontana, all’assessore all’Autonomia e Cultura Stefano Bruno Galli e all’assessore al Welfare Giulio Gallera, che li distribuiranno agli ospedali e ai presidi medici. Saranno fruibili dal giorno della riapertura e validi fino al 31 dicembre 2020. La riapertura del Vittoriale è stata annunciata per il 18 maggio. Il 12 marzo di quest’anno, l’intera Giunta regionale lombarda avrebbe dovuto riunirsi in una seduta straordinaria al Vittoriale per inaugurare la pavimentazione in marmo rosso veronese dell’Anfiteatro, finalmente concluso dopo 99 anni, anche grazie al contributo della Regione. La festa è soltanto rimandata, ma nel frattempo le due istituzioni hanno continuato a collaborare: è di questi giorni la notizia che al Vittoriale si realizzerà il primo drive-in per vedere film in piena sicurezza, nella propria auto, secondo un progetto ideato l’anno scorso dall’assessore Galli, che lo estenderà poi a tutta la Regione.Il Parco del Vittoriale, quasi 10 ettari, nel 2012 ha vinto il “Premio per il Parco più bello d’Italia”, da allora si è arricchito di nuove opere d’arte contemporanea, di restauri e con la piantumazione di migliaia di rose. Sarà possibile salire sulla Nave Puglia e sul Mausoleo, dal quale si domina il lago di Garda, visitare l’Arengo, i Giardini segreti, le Limonaie, il Canile, le due Vallette con il Rio dell’Acqua pazza e il Rio dell’Acqua cheta, il Giardino della Vittoria, il Laghetto del Cigno e quello delle Danze, a forma di violino, la Fontana del Delfino, il museo all’aperto “L’automobile è femmina”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here