Cormano, l’odore di ammoniaca spaventa i cittadini

0
481

CORMANO – Un odore acre e pungente. E’ quello dell’ammoniaca ed è causato dalle ceneri stoccate nell’impianto di trattamento di Paderno Dugnano. Per Asl e Arpa non c’è pericolo, ma da più di un mese alcuni cittadini di Cormano lamentano di percepire forti esalazioni, che talvolta ha generato disagio, irritazione e fastidio agli occhi e alle vie respiratorie nei quartieri Fornasé e Ospitaletto. Una volta accertato che la fonte delle emissioni in atmosfera è riconducibile alle attività di stoccaggio rifiuti esercitate dalla società Leganti Naturali di Paderno sulla statale dei Giovi, l’Amministrazione di Cormano ha chiesto chiarimenti e un sopralluogo per verificare la situazione.

Una situazione di cui è a conoscenza anche Regione Lombardia che il 7 gennaio, con atto del Consiglio regionale, ha approvato la mozione n. 162 concernente proprio l’impianto di rifiuti speciali e pericolosi nel Comune di Paderno Dugnano.

Data la crescente preoccupazione dell’Amministrazione e dei cittadini il Sindaco ha richiesto un sopralluogo urgente nelle zone interessate dal fenomeno (frazione Ospitaletto e quartiere Fornasé), per verificare la natura delle emissioni in atmosfera e l’eventuale nocività delle stesse per la salute di persone ed animali. LEGGI L’ESPOSTO – CLICCA QUI.

Per Silvana Carcano del M5S in Consiglio regionale: “Quelle tonnellate di ceneri devono essere rimosse ora essendo la causa della produzione delle esalazioni che inquinano l’aria padernese e che preoccupano i cittadini, che lamentano problemi respiratori. Non ci bastano le rassicurazioni del’Assessore Terzi sulla base di presunte relazioni presentate da ASL e ARPA che non abbiamo mai ricevuto e nemmeno l’ipotesti di un impianto di captazione di aria”,

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here