Coppia rapina un Compro Oro a Sesto, in manette

0
113

Nella mattinata di martedì 01 novembre 2022, personale della Squadra Mobile e dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico – Squadra Volante della Questura di Monza e Brianza, hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere ed agli arresti domiciliari, a carico rispettivamente la custodia cautelare in carcere nei confronti di un 26enne egiziano, e la custodia cautelare degli arresti domiciliari a carico della compagna dell’uomo, una 26enne rumena , entrambi residenti a Monza ed indagati per rapina, lesioni aggravate e calunnia.
I fatti si riferiscono alla rapina perpetrata la mattina di martedì 20 settembre ai danni di un “compro oro” di Sesto San Giovanni, quando la giovane coppia recatisi nell’esercizio commerciale in argomento, palesavano al 44enne proprietario dell’esercizio, cittadino egiziano, la precisa intenzione di comprare un lingotto d’oro. Quest’ultimo mostrava quanto richiesto dalla coppia, un lingotto in oro del peso di mezzo chilogrammo del valore stimato di 30.000euro e nelle fasi della trattativa la donna prendeva il lingotto riponendolo nella propria borsa.
Il titolare dell’attività accortosi del movimento dei due, che si dirigevano verso la porta senza pagare, chiedeva la restituzione del prezioso e i due, vistisi evidentemente scoperti, tentavano di allontanarsi.
A questo punto, al fine di assicurarsi la fuga il 26enne egiziano cominciava a picchiare pesantemente il proprietario del negozio, colpendolo a più riprese con numerose testate e pugni al volto, tanto da procurargli la frattura di tre costole ed ecchimosi varie, riportando una prognosi di 30 gg. per le lesioni subite.
Dopo averlo messo all’angolo, sbloccavano il ferma porta e si allontanavano velocemente.
I due venivano comunque identificati in quanto nella medesima mattinata si recavano presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale San Gerardo di Monza dove l’uomo unitamente alla compagna in evidente stato di gravidanza, si faceva medicare e denunciava una patita aggressione da parte del proprietario di un compro oro.
Acquisita quest’ultima circostanza gli agenti delle Volanti sopraggiunti in ospedale, non credendo alla versione dei fatti raccontata dalla giovane coppia, contattavano il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cinisello Balsamo, apprendendo che un paio d’ore prima, verso le ore 10.00 vi era stata una cruenta rapina ai danni di un compro oro che era stato rapinato di un lingotto in oro del peso di mezzo chilogrammo, venendo pesantemente picchiato, tanto da finire in ospedale.
La giovane coppia pertanto veniva condotta negli uffici della Questura dove rendevano dichiarazioni generiche e di circostanza sull’accaduto, venendo altresì smentiti dalle immagini del sistema di videoripresa interna che aveva immortalato le cruente fasi della rapina.
Venivano svolti ulteriori approfondimenti investigativi con oggettivi riscontri, il tutto compendiato in una informativa trasmessa alla Procura della Repubblica di Monza e della Brianza che richiedeva ed otteneva dal G.I.P. del Tribunale l’emissione della ordinanza di custodia cautelare in carcere per il ragazzo e la custodia cautelare agli arresti domiciliari per la sua compagna, in ordine ai reati di rapina impropria in concorso, lesioni aggravate in concorso e calunnia.
L’epilogo nella mattinata di martedì 1 novembre con la coppia rintracciata nella propria abitazione di Monza, con il ragazzo tratto in arresto ed associato presso il carcere di Monza e la donna posta agli arresti domiciliari, entrambi a disposizione della Procura di Monza e della Brianza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here