Comuni brianzoli sempre più digitali

0
728

La Casa dei comuni di Monza e Brianza sempre più digitale: un cloud per gestire gare di 40 Comuni per un valore di 164.498.213,01 euro.

Nel 2017 il 74% dei Comuni MB ha aderito alla Cuc della Provincia MB passando dai 15 Comuni della fase start up ai 40 gestiti attualmente, a cui si aggiungono le due aziende speciali ( Afol e Ato), con un aumento pari al 32,71% delle gare gestite. E in una epoca sempre più orientata alla digitalizzazione del processi, anche la CUC MB sta svoltando verso una gestione delle gare d’appalto in chiave 2.0 approfittando di tutti gli strumenti messi a disposizione dalla tecnologia.

“Semplificare, risparmiare e razionalizzare: queste sono le parole chiave che hanno ispirato la mission della nostra Cuc che sta dimostrando con i numeri il valore del lavoro a servizio del territorio, specialmente trattando un tema delicato come quello degli appalti pubblici – commenta il Presidente – Era una scommessa partita in un momento in cui nessuno credeva più nell’utilità delle Province e invece siamo riusciti a dare un servizio qualificato che mancava e che aiuta soprattutto i Comuni più piccoli che possono liberare risorse e personale per altre attività”.
91 gare gestite nel 2017. Conclusa la fase sperimentale a fine 2016, la Cuc è entrata nel pieno dell’attività gestendo nel 2017 91 gare sopra soglia per un valore di 164.498.213,01 euro, con un incremento pari al 429,75% rispetto al periodo pilota.
Delle 91 gare, 74 riguardano procedura aperte che vengono trattate con una media di 88,18 giorni rispetto ai 120 previsti dagli indicatori di performance; 15 negoziate senza bando trattate in media in 66,27 giorni rispetto ai 90 previsti dagli indicatori di performance e 2 ristrette. La maggior parte delle richieste(64) riguarda servizi e forniture (con il criterio di aggiudicazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa), 26 riguardano lavori. E’ stato trattato un concorso di progettazione.
La Provincia MB, attraverso la gestione della Cuc, ha incassato 231.212,15 euro.

Curiosità: Ci sono tematiche che ricorrono più spesso negli oggetti degli appalti affidati alla Cuc e riguardano in particolare: ristorazione scolastica, assicurazioni, trasporto scolastico, manutenzione verde, centri diurni disabili e anziani, servizi cimiteriali, manutenzione strade e scuole.
Gli operatori interessati alle gare promosse dalla Cuc arrivano da diverse città Italiane. Sono state aggiudicate gare (specie su tematiche assicurative) ad operatori Europei con sede legale a Dublino, Londra e Parigi.

La Cuc per lacasadeicomuniMB 2.0. Sono 26 in totale i Comuni sotto i 15.000 abitanti che fanno parte della Cuc MB, nata principalmente per essere al servizio dei Comuni più piccoli, spesso non dotati di professionalità adeguate e all’esperimento delle gare per le quali è necessario/obbligatorio rivolgersi ad una centrale di committenza. Nel frattempo hanno incominciato ad aderire anche i Comuni più grandi che oggi salgono a quota 14: un segnale che si è riconosciuta la professionalità del team specialistico di lavoro della CUC MB, con addetti qualificati e formati in tema di Nuovo Codice degli Appalti, norme anticorruzione, supporto giuridico, obblighi relativi alla pubblicità e alla trasparenza. Per andare incontro alle esigenze dei Comuni si è lavorato per semplificare sempre di più i processi interni, spingendo sulla digitalizzazione, per garantire maggiore efficienza.
Si è consolidato maggiormente il network efficace di collaborazione e comunicazione tra la Provincia, i Sindaci e Segretari comunali che trova nel sito della Provincia MB un punto di riferimento per scambiare e validare tutta la documentazione relativa alle singole gare. Tutta la fase istruttoria pre gara, infatti, viene gestita attraverso un cloud provinciale che rappresenta uno spazio virtuale dedicato ad ogni Comune e tutta la documentazione valutata dagli addetti viene o poi pubblicata nella sezione dedicata: http://www.provincia.mb.it/CUC/index.html
La Cuc MB è nella hit delle pagine tematiche più visitate, guadagnando il terzo posto nel podio e una quota percentuale di accessi pari al 10,33% (la sezione dei temi al primo posto totalizza 32,58%) e un totale di 78.874 visualizzazioni.

Il fabbisogno 2018. Le novità. Nel segno della semplificazione e della digitalizzazione la Cuc MB ha aderito – unica tra le Cuc della Lombardia – alla procedura pilota promossa da Arca Lombardia che consente di compilare completamente online il Piano del fabbisogno attraverso un modulo Budget presente nella piattaforma Sintel.
Il Modulo Budget di Sintel è uno strumento integrato nella piattaforma regionale di e-Procurement che consentirà agli Enti abilitati (i Comuni aderenti alla CUC) la gestione in modalità interamente web del processo di pianificazione e programmazione dei fabbisogni e degli acquisti a livello Regionale.
La Provincia ha organizzato una serie di giornate formative per introdurre i Comuni all’utilizzo di queste nuove procedure in vista della scadenza del 12 marzo 2018, data prevista per la presentazione dei fabbisogni di gara da parte di ciascun ente.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here