Cinisello, l’opposizione denuncia il “proibizionismo” del sindaco

0
96

Nuovo regolamento di polizia urbana a Cinisello. Il M5S, con gli altri consiglieri di minoranza in consiglio comunale, hanno contestato il divieto di bere alcolici in aree pubbliche perché lesivo delle libertà dei cittadini. «Lo scopo del divieto è evitare gli assembramenti notturni di persone che eccedono nel bere e danno disturbo alla quiete pubblica ma la formulazione della norma è tale che per punire il comportamento scorretto di pochi cittadini si arriva a limitare il DIRITTO di tutti i cittadini onesti e rispettosi delle leggi di poter bere nelle aree pubbliche – ha spiegato Andrea Valvassori in un comunicato – L’assurdo è che con questa norma non sarà piu’ possibile bere alcolici nelle aree picnic dei parchi, sulle panchine ecc.. ovvero si è introdotto a Cinisello Balsamo il proibizionismo! Inoltre con le limitazioni attuali dovute al Covid-19, i bar saranno ulteriormente danneggiati perché non potendosi consumare le bevande all’interno dei bar e con i tavoli distanziati chi voleva bere non potrà farlo neppure fuori dagli stessi bar, ad esempio su una panchina ecc..». La minoranza ha inoltre contestato le norme sul decoro delle vetrine in quanto sono inapplicabili (ad esempio le merci devono essere visibili almeno su 3 lati) e penalizzeranno i negozianti che in questo momento stanno già vivendo una crisi terribile. La maggioranza ha bocciato tutti gli emendamenti presentati dai partiti di minoranza senza mai accettare di discuterne la validità degli stessi e quindi vista la chiusura totale della maggioranza i consiglieri di minoranza si sono rifiutati da avallare queste modifiche ed hanno abbandonato l’aula non partecipando alla votazione finale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here