Cinisello, il Comune deve pagare Caronte

0
143

Pubblicata la sentenza (Lodo arbitrale) relativa al contenzioso tra il Comune di Cinisello Balsamo e la Società di trasporti Caronte, concessionaria del servizio delle linee circolari interne dal 1997 fino al 2011. Una complicata vicenda che a distanza di 20 anni vede l’Amministrazione comunale costretta a dover versare oltre 5 milioni perché ritenuta debitrice solidale del pagamento degli introiti derivanti dalla vendita dei biglietti. Il sindaco Giacomo Ghilardi che si è trovato questa difficile partita da gestire ha commentato: «Siamo di fronte all’esempio più eclatante dell’incapacità di amministrare delle Giunte che ci hanno preceduto. Non bastavano i tanti debiti fuori Bilancio che ci siamo trovati come eredità, primo fra tutti il contenzioso relativo ai tabelloni pubblicitari che ammonta a 1,3 milioni di euro. Ora arriva a conclusione questa vicenda che mette in ginocchio i conti del Comune. Stiamo parlando di una cifra enorme, esito di una vicenda che poteva essere gestita sicuramente con maggiore responsabilità e oculatezza». Il sindaco ha poi aggiunto: “Non serve una prova più evidente del fallimento del governo della Sinistra nella nostra città. Tutti i nodi di una pessima gestione della cosa pubblica vengono al pettine. Avevano millantato conti in ordine: in meno di un anno e mezzo ci siamo trovati oltre 7 milioni di debiti fuori Bilancio e ora tocca a noi affrontare la criticità e non senza preoccupazione. Proprio in questi giorni stavamo chiudendo il nuovo Bilancio da portare in aula in cui si riusciva a migliorare servizi e a introdurre nuove azioni concrete per i nostri cittadini. Adesso dobbiamo rimettere mano ai conti per trovare un nuovo equilibrio tra le voci delle entrate e delle uscite con inevitabile revisione degli interventi e dei servizi previsti. Abbiamo tempi molto stretti, dobbiamo lavorare sodo per far fronte a questo problema che necessariamente stravolge tutti i programmi e ci costringe a ridefinire le priorità” La sentenza per la sua complessità richiede necessariamente un approfondimento nelle prossime settimane: “Di fronte a questa grave situazione che ci siamo trovati ad affrontare valuteremo i passi da compiere, fermi restando i necessari correttivi al Bilancio, a tutela dell’interesse dell’Ente e dei cittadini”, ha concluso Ghilardi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here