Cinisello, il Comune contro i furbetti dell’affitto

0
406

CINISELLO BALSAMO – Chiedevano il fondo sostegno per l’affitto ma, evidentemente, non se la passavano tanto male. Grazie ai controlli della Guardia di Finanza sulle richieste di sostegno all’affitto erogate ai cittadini dall’Amministrazione comunale, sono stati recuperati 36mila euro da beneficiari non in regola, ovvero una cinquantina di ‘furbetti’ che hanno provato ad accedere al contributo economico pur non avendo le caratteristiche economiche per farlo.

Il contributo all’affitto, stanziato per il 40% dal comune e per il rimanente con risorse regionali, è uno dei sostegni sociali offerti alla famiglie più bisognose e con basso reddito. Tuttavia, accade che tra i richiedenti si nascondano cittadini privi di requisiti. Per questo l’Amministrazione comunale, in accordo con la Guardia di Finanza, procede ad una serie di controlli incrociati consultando le banche dati del fisco per smascherare chi imbroglia e chi semplicemente omette di dichiarare elementi utili per dimenticanza.

Al momento si stanno esaminando le richieste di rimborso relative all’anno 2011: 620 i richiedenti per una somma complessiva di 532 mila euro. 48 le anomalie riscontrate. Un impegnativo lavoro di verifica che ha permesso all’amministrazione comunale di recuperare oltre 36 mila euro.

“Giacché alcune domande risultano palesemente dubbiose, – spiega il sindaco Siria Trezzi – l’Amministrazione Comunale da tempo ha chiesto al gruppo delle fiamme gialle di Sesto San Giovanni di effettuare controlli sulla posizione reddituale e patrimoniale dei beneficiari. Si tratta di una collaborazione importante che ci consente di rendere equo il servizio, visto che è tra i contributi più richiesti in città come aiuto alle famiglie. Un ringraziamento è doveroso per l’efficienza e l’attenzione degli uomini della Guardia di Finanza e il prezioso lavoro”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here