Cinisello, fototrappole incastrano cassonetti per abiti abusivi

0
164

Un’altra importante indagine di carattere ambientale portata a segno dalla Polizia Locale di Cinisello. Grazie all’utilizzo delle fototrappole, nascoste all’interno dell’auto civetta, gli agenti hanno individuato il responsabile del posizionamento abusivo nel quartiere Villa Rachele di due cassonetti per la raccolta di indumenti usati.

Gli accertamenti hanno permesso di verificare che il responsabile della società proprietaria dei cassonetti non era autorizzato al loro posizionamento, il quale è stato così sanzionato per illecita occupazione del suolo pubblico (ex art 20 del Codice della Strada) ed è stato costretto alla immediata rimozione degli stessi.

 Questa strumentazione, acquisita grazie a un contributo di Regione Lombardia, si integra agli attuali strumenti di presidio del territorio e consente agli agenti della Polizia Ambientale di Cinisello Balsamo di salvaguardare in maniera più efficace il decoro urbano e contrastare lo scarico illecito dei rifiuti.

 Le fototrappole ad attivazione automatica consentono la ripresa fotografica e la registrazione video. Inoltre, le dimensioni compatte le rendono facilmente mimetizzabili e rapide da posizionare.

 Alcune fototrappole sono state posizionate su alcuni impianti di illuminazione presenti nelle aree del territorio particolarmente critiche e in alcune aree verdi dove frequentemente si verificano fenomeni di abbandono di rifiuti di varia natura e quantità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here