Cinisello, fiori del comune solo per alcuni martiri eletti?

0
390

La spending review colpisce anche l’omaggio floreale che il Comune di Cinisello Balsamo fa ogni anno per i deceduti martiri della Libertà in occasione del 25 aprile? La notizia non è confermata ma l’opposizione ha denunciato  che l’amministrazione avrebbe infatti deciso di decurtare la spesa da 150 a 50 famiglie scelte non si sa con quale criterio. La polemica è montata e a scrivere è stato Giuseppe Berlino rappresentante della Lega Nord: «Abbiamo avuto oggi notizie da alcuni cittadini che al cimitero vecchio di Cinisello (via Giordano), e crediamo sia avvenuto così anche negli altri cimiteri della città, da quest’anno, le tombe dei caduti per la patria e per la libertà, ritenute degne dall’Amministrazione Comunale di un pensiero floreale (3 garofani con nastrino tricolore, ricordo che avviene ogni anno in occasione del 25 aprile), sono passate dalle precedenti 150, alle attuali 50 di quest’anno, con un apposito elenco dei prescelti stilato a cura dei ristretti collaboratori del Sindaco Trezzi. È un atto che – se confermato, come anche diversi commenti sui social sembrerebbero confermare, è assolutamente grave ed irrispettoso, e che dimostra ancora una volta, la pochezza istituzionale e inadeguatezza politica di questa giunta senza più ne arte e ne parte. Spendiamo e sperperiamo centinaia di migliaia di euro per scelte astruse e prive di logica e poi si cerca di risparmiare qualche centinaia di euro sui fiori a ricordo di concittadini che hanno sacrificato la propria vita per la nostra libertà e la nostra patria… Vergogna… Vergogna…. Vergona…!! Martedi sera in consiglio comunale faremo urgente interrogazione all’assessore Bartolomeo per avere chiarimenti in merito…. siamo davvero curiosi di capire come si giustificherá». Attendiamo la conferma o la smentita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here