Cinisello, ecco la Festa della genti

0
396

CINISELLO BALSAMO – Forse questa è la volta buona. Rinviata a causa del maltempo a giugno, sabato 13 settembre, in piazza Gramsci, va in scena la Festa delle Genti, l’evento proposto dal Tavolo Povertà di cui fanno parte 22 associazioni coordinate dal Settore Servizi Sociali ed Educative dell’Amministrazione comunale. Al centro dell’attenzione la proposta all’intera cittadinanza di nuovi modelli di relazioni tra le persone più significative e solidali e nuovi stili di vita più sobri, improntati al risparmio e contro gli sprechi.

Un’iniziativa che nasce da una sollecitazione del Decanato cittadino per mostrare il volto più accogliente della città e che l’Amministrazione comunale ha voluto valorizzare proponendo un’intera giornata di approfondimenti e incontri: spettacoli teatrali sulla gestione del budget familiare, un dibattito tra Gruppi di Acquisto Solidali/popolari, due mercati dell’usato, una cena per tutti a basso costo, un filmato sulla coesione sociale, il bar equo-solidale aperto tutto il giorno e tanto altro. Al Centro culturale Il Pertini è disponibile una bibliografia dedicata al tema: riduzione dei consumi, rispetto ambientale, risparmio energetico, consumo sostenibile ed etico.

In particolare il Tavolo Povertà conta sull’appoggio delle associazioni: Acli Circolo Quartiere Garibaldi, Acli Service Cooperativa, Anffas, Anteas, Associazione Banco Alimentare della Lombardia Danilo Fossati Onlus, Associazione La Svolta, Associazione Marse, Auser, Azienda Multiservizi Farmacie, Banco di Solidarietà Paolo Galbiati, Caritas decanale di Cinisello Balsamo, Centro Aiuto alla Vita, Coop Lotta Contro L’emarginazione, Coop Sociale Il Torpedone, Coop. La Cordata, Cooperativa Progetto Integrazione, Corpo Volontari Protezione Civile di Cinisello Balsamo, Croce Rossa Italiana – Comitato Locale di Cinisello Balsamo, Decanato Cinisello Balsamo, Fondazione Auprema Onlus, Fondazione Cumse, Gruppi di Volontariato Vincenziano – Aic Italia, Legambiente Cinisello Balsamo Onlus. Si propone di coinvolgere le realtà commerciali del territorio in percorsi di partecipazione attiva e solidale nei confronti di cittadini in difficoltà economica, promuovere iniziative di raccolta fondi o beni a vantaggio di categorie disagiate o persone in situazione di fragilità economica; sottoscrivere accordi di collaborazione tra l’Amministrazione comunale e soggetti attivi sul tema dell’accoglienza e del sostegno a persone in difficoltà per portare sollievo a persone senza fissa dimora, soprattutto nei mesi invernali; promuovere interventi educativi per la cittadinanza e gli studenti volti a diffondere una cultura di consumo consapevole e sostenibile, di riciclo e conservazione delle risorse naturali.

Il tema delle nuove povertà, intese come casi di emarginazione sociale, di disagio familiare o di crisi lavorativa verrà affrontato nei prossimi mesi anche attraverso il progetto “Prima il pane” con azioni di recupero del “fresco”: frutta e verdura non venduta dalla grande distribuzione e quella non consumata nelle mense scolastiche verrà fornita alle famiglie in difficoltà grazie alla sinergia di Fondazione Cumse, Caritas, Fondazione Auprema, Volontariato Vincenziano e Banco Alimentare di Muggiò.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here