Cinisello, dura condanna all’attacco antisemita a scuola

0
625
Attacco antisemita on line durante le celebrazioni della memoria nell’Istituto Cartesio di Cinisello. Il consiglio comunale ha condannato l’episodio in modo deciso. L’appuntamento, dal titolo Lo Zaino della Memoria, guidato dal prof. Raffaele Mantegazza – docente di Scienze umane e pedagogiche dell’Università di Milano-Bicocca – era con 780 studenti delle scuole medie e superiori. Al terzo collegamento con le classi terze delle superiori dell’Istituto Cartesio, sulla piattaforma dedicata, hanno fatto irruzione diverse voci che gridavano frasi offensive, espressioni volgari e insulti antisemiti, un utente che si è collegato con il profilo di Hitler. Un attacco organizzato che ha comportato l’immediata interruzione dell’incontro.
“In Consiglio comunale ieri ho già espresso la nostra posizione, in maniera forte e chiara, di assoluta denuncia di atti di questo genere – ha commentato il sindaco Giacomo Ghilardi -. Siamo sostenitori di tutti i valori che il Giorno della Memoria porta con sé. Ho scritto al Professore Mantegazza per esprimere la mia vicinanza e solidarietà. Resto basito di come l’odio, invece, sia invece valore fondante di questi individui che ripetono il loro copione di insulti e provocazioni in diverse iniziative legate alla memoria della Shoah. Auspico vengano presto identificati i responsabili e puniti secondo la legge”.
“Riteniamo inaccettabili simili manifestazioni di intolleranza, le frasi sono state pronunciate in modo provocatorio, durante un momento importante di approfondimento per le giovani generazioni, in segno di disprezzo del valore della persona e della sua dignità. Un atto gravissimo che condanniamo – ha aggiunto Maria Gabriella Fumagalli, assessore alle Politiche Educative – è necessario ricordare nella memoria collettiva una delle pagine più drammatiche della nostra storia in cui hanno perso la vita migliaia di persone. L’episodio rappresenta un’offesa alla storia da parte di persone o gruppi che hanno il solo obiettivo di seminare odio e intolleranza”.
“Questo episodio segnato negativamente la mattinata dopo due incontri estremamente significativi per la partecipazione attiva dei ragazzi attraverso le loro domande. Ho concordato con la dirigente scolastica di non lasciare cadere quanto è accaduto e di riprendere con gli studenti perché possa diventare un momento di riflessione per tutti e la violenza non prevalga”, ha aggiunto l’assessore Fumagalli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here