Cinisello celebra la Giornata della Memoria

0
95

La memoria di un fatto accaduto nel passato riguarda il presente e si rivolge al futuro in quanto ne determina le scelte. È questo il filo conduttore che accompagna tutta la proposta degli eventi che ricorderanno la Shoah, promossi dall’Amministrazione comunale con la partecipazione dell’Assessorato alla Cultura e dei Servizi Sociali. “La proposta di quest’anno, per il Giorno della Memoria, si caratterizza per la volontà di costruire un legame tra generazioni, per la sua capacità di offrire a tutti l’esempio di donne e uomini, in particolare i giovani, che non si lasciarono sopraffare dalla barbarie, ma che, al contrario seppero far vivere i valori umani anche nella disumanità dei lager, primo fra tutti quello della speranza. Un percorso che ha avuto il suo inizio simbolico con la posa delle prime tre pietre d’inciampo nella nostra città. Ora tocca a noi far sì che questa preziosa lezione, lasciataci in eredità come un dono prezioso, possa accompagnarci sempre e che possa continuare ad essere tramandata alle generazioni future”, queste le parole del Sindaco Giacomo Ghilardi. Il 25 gennaio, a partire dalle ore 14, si rinnova la tradizionale visita al Monumento del Deportato del Parco Nord: ideale introduzione e momento di raccoglimento dedicato al Giorno della Memoria che abbraccia tutto il territorio metropolitano milanese. Il primo appuntamento cittadino, il 27 gennaio, alle ore 21, al Cineteatro Pax è un concerto-spettacolo “Le signore dell’orchestra: memorie di una musicista ad Auschwitz”, a cura di EquiVoci Musicali che ripercorre la vicenda dell’Orchestra femminile di Auschwitz, in particolare della direttrice Alma Rosè (1906-1944) e di Fania Fénélon (1908-1983), pseudonimo di Fanja Goldstein, che riuscì a sopravvivere ai campi di sterminio e che dedicò la sua vita al ricordo di quanto vissuto. Il 28 e 29 gennaio, alle ore 21, il Pax aprirà le porte a “Perlasca il coraggio di dire no”, scritto e interpretato da Alessandro Albertin, compagnia: teatro de Gli Incamminati e Teatro di Roma Teatro Nazionale, in collaborazione con Overlord Teatro col patrocinio della Fondazione Giorgio Perlasca. Il 29 gennaio, alle ore 20.30, presso l’Auditorium Falcone e Borsellino de Il Pertini, proiezione, a cura del progetto L-inc (Laboratorio inclusione sociale disabilità) del film “Nebbia in agosto”, pellicola ispirata alla vera storia di Ernst Lossa. Sarà questa l’occasione per approfondire il tema dell’eutanasia nazista insieme a Matteo Schianchi, storico della disabilità, e a Michael Von Cranach, psichiatra che ha contribuito a far luce sull’eutanasia nazista, che saranno presenti in sala. Le celebrazioni del Giorno della memoria si concluderanno con la mostra, realizzata da Meeting di Rimini, a cura dell’Associazione Cara Beltà, “Etty Hillesum. Il cielo vive dentro di me”, dedicata alla giovane ebrea olandese che, nella prigionia nei campi di sterminio, ha instaurato un profondo dialogo con Dio e con il prossimo, trovando dentro di sé la forza di amare ogni uomo, anche il nemico più sanguinario.

L’incontro di presentazione della mostra si terrà l’8 febbraio, alle ore 17.45, in villa Ghirlanda presso la sala delle Quadrerie. Sarà presente il curatore don José Clavería e gli studenti universitari e liceali della Fondazione Sacro Cuore di Milano
Sarà possibile visitare l’esposizione fino al 16 febbraio. Sono previste visite guidate, anche per le scuole, su prenotazione: 320 0329304 carabeltacentroculturale@gmail.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here