Cinisello, accordo pubblico-privato per aiutare chi è in difficoltà

0
179

Quattro partner per un nuovo accordo che vede tra i firmatari, insieme al Comune di Cinisello Balsamo, Fondazione Welfare Ambrosiano (FWA) con Associazione XSQUI’ e Associazione Istituto Luigi Gatti per offrire supporto e sostegno concreto alle persone e alle imprese che si trovano in difficoltà anche a seguito dell’emergenza sanitaria. Obiettivo dell’accordo permettere ai cittadini di reintrodursi nel tessuto sociale, accompagnandoli in un percorso e proponendo una serie di iniziative e interventi efficaci per uscire dalla fase critica. L’idea è quella di superare la semplice logica dell’assistenzialismo offrendo forme di aiuto di natura economica e sociale finalizzate al reinserimento nel circuito lavorativo o al riequilibrio delle proprie disponibilità economiche. L’idea dell’accordo nasce dal Comune di Cinisello Balsamo insieme a Fondazione Welfare Ambrosiano. Fondazione Welfare Ambrosiano avrà il compito di offrire supporto e sostegno alle persone attraverso la rete degli “Sportelli”, selezionando i bisogni e indirizzandoli verso servizi quali il credito solidale, il microcredito e il supporto all’autoimprenditorialità. Al fine di far ricadere le misure in maniera efficace e continuativa sul territorio, sono stati coinvolti l’Associazione XSQUI’, che darà il suo prezioso contributo nell’intercettare i bisogni dei cittadini di Cinisello Balsamo soprattutto in quell’ambito specifico in cui è già attiva, Cinifabrique, che vede professionisti, artigiani, insegnanti, giovani studenti in un luogo di grande socialità.Saranno proprio gli spazi di Cinifabrique, di proprietà del Comune di Cinisello Balsamo, che verranno messi a disposizione per l’avvio dello sportello territoriale. Il collegamento con il mondo del lavoro sarà garantito dall’Associazione Istituto Luigi Gatti, realtà promossa da ApaConfartigianato, che ha per scopo quello di elaborare studi e ricerche sui sistemi di imprese, favorire e sviluppare attività di sostegno a favore di giovani e adulti aspiranti imprenditori o artigiani, nonché accompagnarli nel loro percorso di sviluppo. “Si tratta di una proposta innovativa che è frutto di contributi scaturiti dai diversi professionisti chiamati al Tavolo delle esperienze, attivato in un’ottica di sostegno e rilancio delle attività cittadine. Ci tengo a precisare che lo scopo dell’accordo non è quello di erogare contributi economici “a pioggia”, quanto piuttosto fornire sostegno e assistenza a tutti coloro che vengono colpiti da crisi per mezzo di strumenti di microcredito perché possano essere affiancati in un percorso di ripartenza e ripresa delle loro attività”, spiega il primo cittadino Giacomo Ghilardi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here