Chinatown in festa

0
75

La comunità cinese più antica e numerosa d’Italia, quella milanese, si prepara a due importanti ricorrenze: i “primi” cento anni della sua leggendaria Chinatown e l’inizio del nuovo anno del Topo, con la celebrazione del suo festoso Capodanno. Un evento nell’evento che culminerà il prossimo sabato 25 gennaio regalando al quartiere meneghino due settimane di festeggiamenti capaci di coinvolgere anche la comunità cittadina e i tanti turisti che si daranno appuntamento per assistere alle caratteristiche parate lungo le vie – tra le quali la coloratissima sfilata del Dragone – e agli imperdibili spettacoli. Un’occasione unica per conoscere gli usi, i costumi e le tradizioni di una cultura che, a Milano, accomuna oltre 27 mila persone rendendo il reticolo di vie che si estendono tra Paolo Sarpi, via Canonica e via Bramante il quartiere cinese per antonomasia, che non ha nulla da invidiare in quanto a colore e a folklore alla madrepatria. I 10.000 km che separano Milano dalla Cina qui sembrano annullarsi: immerso nel fascino orientale di questo quartiere si trova anche il Leonardo Milan City Center, il 4 stelle del Gruppo Leonardo celebre per il suo tocco cosmopolita capace di fare la differenza. Fascino inglese nel cuore della Chinatown meneghina: i suoi interni british – fatti di boiserie, di velluti e di tappezzerie colorate – e il senso di ospitalità tutta italiana avvolgono l’ospite in un’atmosfera calda e perfettamente in linea con il melting pot che si respira nell’intricato e vivace labirinto di vie che caratterizzano la zona. Senza dimenticare il ristorante bistrot “Leonardo Bistrot” con la sua cucina tricolore e i cocktail internazionali preparati al “Caesar’s”, il lounge bar dell’hotel, che concorrono a rendere il Leonardo Milan City Center il punto di partenza strategico per prendere parte ai festeggiamenti più attesi dell’anno. Dalla famosa parata celebrativa alle danze tipiche per le vie fino al suggestivo spettacolo delle lanterne: tutto è pronto – e all’insegna del rosso, colore propiziatorio della cultura cinese – per dare il benarrivato all’anno del Topo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here