Cavalcavia sull’A4, da Cinisello arrivano le osservazioni al progetto

0
734

Ampliamento degli ingressi di collegamento tra A4 e SS36, una nuova rotatoria in via Gracchi per separare i flussi di traffico nelle due direzioni Lecco e Milano e potenziamo dell’attuale via Galileo Galilei (nel tratto tra via Biagi e via Valtellina). Sono questi gli interventi che il Comune di Cinisello Balsamo segnala come necessari tra le osservazioni inviate in questi giorni al Ministero dell’Ambiente in merito alla valutazione di impatto ambientale del progetto che interessa l’Autostrada A4 Torino-Venezia e in particolare l’adeguamento dello svincolo di Sesto San Giovanni. Il potenziamento della quarta corsia (la cosiddetta corsia dinamica) – già realizzato nel tratto compreso tra viale Certosa e Sesto San Giovanni, che ha previsto anche la costruzione del tunnel all’altezza del quartiere Crocetta – è un progetto che risale al 2010. In più occasioni l’Amministrazione comunale ha ribadito che la realizzazione di nuove corsie, sebbene abbia migliorato le condizioni di flusso dei veicoli, ha comportato senza dubbio anche un aumento dei volumi di traffico e di conseguenza anche di quello in uscita a Sesto San Giovanni. Unitamente alla quarta corsia dinamica il progetto quindi prevede anche l’adeguamento dello svincolo di Sesto San Giovanni che presenta, in particolar modo durante gli orari di spostamento dei pendolari, rallentamenti e incolonnamenti.La progettazione però non tiene conto di alcuni aspetti importanti. L’Amministrazione comunale propone dunque alcune opere a corredo dell’intervento di adeguamento dello svincolo che dovrebbero migliorare l’attuale collegamento alla Statale 36, grazie alla divisione dei flussi in direzione Lecco e Milano.“Siamo di fronte a uno degli snodi più trafficati e di maggior importanza strategica per la mobilità cittadina. L’adeguamento dello svincolo sicuramente garantirà una migliore viabilità. Tuttavia questo non può farci ignorare l’impatto che tale intervento avrà sull’intera zona. Per questo abbiamo sollevando le nostre perplessità proponendo delle soluzioni alternative o a corredo, come segnale della nostra attenzione ma anche collaborazione e disponibilità”. Così ha commentato il Sindaco, Giacomo Ghilardi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here