Caso Alstom, Maroni risponde a Di Stefano

0
194

“Caro Di Stefano, La ringrazio per la nota che mi ha inviato in merito alla vicenda della General Electric-Alstom di Sesto S. Giovanni: una sensibilità, la Sua, che trova riscontro nell’attenzione che Regione Lombardia intende spendere a difesa dei lavoratori interessati e del territorio”. Questa una parte della lettera che Roberto Maroni, Governatore di regione Lombardia, ha inviato a Roberto Di Stefano, vicepresidente del consiglio comunale di Sesto san Giovanni, che a lui aveva chiesto sostegno per i lavoratori dell’azienda che rischia la chiusura dello stabilimento sestese. «In gennaio la General Electric, la multinazionale Usa che lo scorso novembre ha acquistato il business energetico del gruppo francese Alstom, ha annunciato che il nostro polo produttivo dovrebbe chiudere, con un esubero di 236 dipendenti.- spiega Di Stefano – Ci siamo subito schierati a favore dei dipendenti informando Regione Lombardia e chiedendole di intervenire». La Regione poi, tramite l’Assessorato allo Sviluppo economico e quello alla Mobilità e Infrastrutture, ha fatto sapere di essere già in contatto con le Rappresentanze  Sindacali di Alstom e annuncia un incontro a breve con i vertici della Multinazionale. Non solo. Il Consiglio regionale ha approvato una mozione che permette alla Giunta di farsi parte attiva in tutte le sedi istituzionali nazionali, dal Mise alla Presidenza del Consiglio, per risolvere la questione in positivo. Una lotta che comunque anche i Comuni dell’hinterland hanno intrapreso in favore degli operai.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here