Cap Holding, per il secondo anno premio Industria Felix

0
616

Gruppo CAP, gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, è tra le migliori imprese guidate da “under 40” della Regione Lombardia per performance gestionale e affidabilità finanziaria. Questa è la motivazione con cui oggi Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato dell’unica utility pubblica premiata, ha ricevuto il Premio Industria Felix – La Lombardia che compete, giunto alla sua quinta edizione. “Cultura d’impresa, innovazione e resilienza. In un’espressione, locomotiva dell’economia”: sono le caratteristiche relative alle circa 142mila società di capitali con sede legale in Lombardia esaminate sulla base dei bilanci relativi al 2019. Organizzato dal trimestrale Industria Felix Magazine, in collaborazione con Cerved, Università Luiss Guido Carli, A.C. Industria Felix, con il patrocinio di Confindustria, Simest e Confindustria Lombardia, il riconoscimento è stato assegnato oggi 18 marzo durante l’evento digitale organizzato alla presenza del presidente di Confindustria Lombardia Marco Bonometti. “Ho ricevuto per la prima volta il premio un anno fa, poco prima della bufera innescata dalla pandemia. Da quel momento il mondo è cambiato e noi di CAP, consapevoli del nostro ruolo di ponte tra industria e territorio, abbiamo subito messo in atto una strategia sostenibile puntando sui pilastri della sensibilità, della resilienza e dell’innovazione, ha commentato Russo. La semplificazione delle gare di appalto, l’anticipo dei pagamenti delle prestazioni già effettuate, la liquidità immediata per supportare ospedali e comuni, sono solo alcune delle misure messe in campo per sostenere imprese e stakeholder. L’iniezione di investimenti sul territorio per mezzo miliardo di euro nei prossimi 5 anni vuol essere un vero e proprio boost per il rilancio del nostro sistema impresa, che punterà su economia circolare e innovazione. Il premio assegnatoci oggi è, dunque, un riconoscimento per il nostro operato e un input a essere a tutti gli effetti “il pubblico che innova”, protagonista della ripartenza”. Da 7 anni alla guida dell’azienda, Alessandro Russo, che ha assunto la carica a soli 32 anni, rappresenta la generazione di giovani manager under 40 capaci di rinnovare la gestione e l’efficienza delle aziende pubbliche dell’industria italiana. Russo dal 2018 è Vicepresidente di Utilitalia (Federazione che riunisce le Aziende operanti nei servizi pubblici dell’Acqua, dell’Ambiente, dell’Energia Elettrica e del Gas), con delega al Settore Idrico, e dal 2015 è portavoce di Water Alliance, la prima rete di imprese delle aziende idriche in house della Lombardia, con un fatturato di circa un miliardo di euro, più di 3.600 dipendenti, 1.200 comuni presidiati per un totale di otto milioni e mezzo di abitanti serviti. Dal 2014 al 2019 è stato Vicepresidente di Ape, associazione europea che raggruppa i gestori interamente pubblici del servizio idrico. Nel 2018 è stato eletto presidente di Confservizi Lombardia.Con 369.265.065 di euro di fatturato e un utile di 32.259.106, l’azienda che gestisce il servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, vanta una capitalizzazione di oltre un miliardo di euro, ponendosi tra le più importanti monoutility nel panorama nazionale, grazie a una lungimirante strategia di governance sostenibile. Il premio Industria Felix non è il solo conseguito nel 2021. Un paio di settimane fa Gruppo CAP è stata insignita del Premio Top Utility Ricerca e Innovazione 2021, grazie al suo impegno per aver messo in campo risorse importanti da investire nella realizzazione e promozione dell’attività di ricerca e sviluppo. Solo nel 2020 sono stati presentati 9 progetti mediante bandi di ricerca internazionali, oltre a importanti sinergie industriali, tra cui la partnership con Novamont. Tra i progetti più innovativi che riguardano lo sviluppo sostenibile del territorio della Città metropolitana di Milano c’è la Biopiattaforma, i cui lavori di realizzazione partiranno il prossimo aprile a Sesto San Giovanni: un polo per l’economia circolare unico in Italia, capace di unire termovalorizzatore e depuratore in un unico impianto a zero emissioni di CO2 fossile. Per l’alto grado di tecnologia e componente green prevista per la realizzazione, la Biopiattaforma di Sesto San Giovanni  è stata candidata al prestigioso European Business Awards for the Environment (EBAE) 2022-2023 della Commissione Europea (DG Ambiente).

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here