Brugherio, torna il cinema con la rassegna da sfogliare

0
250

Finalmente ritorna il Bresson e finalmente riapre il San Giuseppe con la rassegna “Cinema da sfogliare. Dalla parola allo schermo”. Come dice il titolo, si tratta di film che hanno all’origine un’opera letteraria – romanzo, racconto o testo teatrale che sia – che accompagneranno gli spettatori fino alla fine di giugno per lasciare poi posto all’arena estiva. Dopo 5 mesi di chiusura, il salone di via Italia 76 riapre i battenti con tutte le precauzioni del caso: ambienti sanificati al termine di ogni proiezione e gli orari riadattati al coprifuoco.

Riapertura sabato 8 maggio, alle ore 20, con il film drammatico di Chloé Zhao “Nomadland”, vincitore di tre premi Oscar. La regista, cinese di nascita, racconta ancora una volta l’America che ama: quella dei grandi spazi, di cui filma i limiti tanto quanto l’assenza di confini, e della solidarietà fra coloro che si ritrovano ai margini, in questo caso a causa di un welfare e di un sistema sanitario inesistenti.

A seguire: 12-13-14 maggio: LACCI di Daniele Luchetti; Italia 2020, 100 Storia di un Carnage domestico, di una coppia e del suo tentativo impossibile, e forse per questo ancora più drammaticamente romantico, di cercare di far funzionare a tutti i costi una storia che non va.

19-20-21 maggio: THE FAREWELL UNA BUGIA BUONA di Lulu Wang; USA, Cina 2019, 98’ Commedia degli equivoci e commedia indiesi fondono in un film sorprendente, dai toni sereni e delicati. Un tentativo di sintesi tra oriente e occidente, tra due culture e due condotte etiche.

26-27-28 maggio: LASCIAMI ANDARE di Stefano Mordini; Italia 2020, 98’ Una ghost-story a tratti affascinante; un noir semplice e lineare, che sceglie l’accessibilità narrativa per rappresentare l’irrappresentabile.

2-3-4 giugno: EMMA di Autumn de Wilde; USA 2020, 124’ Nuova trasposizione del classico di Jane Austen, trasformato in un elogio femminista della forza della parola e dei sentimenti, dietro la patina scintillante dei colori e dei costumi. Il film gioca sulla difficoltà di esprimersi, sugli errori nel comunicare, sulle passioni nascoste anche a noi stessi.

9-10-11 giugno: JUDY di Rupert Goold; Gran Bretagna 2019, 118’ Renée Zellweger brilla dando vita ad una Judy Garland fragile, sospesa tra l’apparenza e il travaglio che ha dentro, vista nel momento più doloroso della sua esistenza.

16-17-18 giugno: LA VITA STRAORDINARIA DI DAVID COPPERFIELD di Armando Iannucci; Gran Bretagna, USA 2019, 119’ Il racconto di formazione, la costruzione di un autore, la commedia che nasce dal dolore: Armando Iannucci traduce Charles Dickens con libera fedeltà, spiazzante leggerezza e grande amore.

23-24-25 giugno: PICCOLE DONNE di Greta Gerwig; USA 2019, 135’ Una rilettura personale, appassionata e sorprendente che fa brillare una storia ultracentenaria. Un adattamento moderno, aggiornato alla contemporaneità e di grande intelligenza. Proiezioni serali prima settimana ore 20 (a causa del coprifuoco) Per le successive settimane info su www.sangiuseppeonline.it o allo 039/870181 Proiezioni pomeridiane il giovedì e il venerdì sempre alle ore 15 Possibilità acquisto online www.sangiuseppeonline.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here