Brugherio, tagliati contributi per i bambini disabili, la protesta

0
181

La giunta di Brugherio ha tagliato i servizi di assistenza per i bambini disabili iscritti al Cres, il centro estivo. la denuncia è dei consiglieri di opposizione e di Roberto Assi di Brugherio Europea in particolare.«Il Comune ha infatti formalmente comunicato che non tutto l’orario di presenza dei bambini con disabilità interessati sarà coperto dal servizio di assistenza dedicata. Sempre dagli uffici comunali fanno sapere anche ai genitori che i servizi aggiuntivi rispetto a quelli programmati dovranno essere pagati dalle famiglie e pregano le stesse famiglie di operare le dovute valutazioni in merito all’opportunità della permanenza o meno dei loro figli al CRES oltre l’orario di erogazione del servizio ad personam – fanno sapere Mariele Benzi e Roberto Assi – Peggio non si poteva fare.In pratica alle famiglie viene detto che quest’anno parte del servizio, se lo vogliono, devono pagarselo; in alternativa è bene che valutino se mantenere il figlio al CRES oltre l’orario di assistenza, senza nemmeno considerare che, fra le altre, una delle ragioni per le quali le famiglie iscrivono i figli al Centro estivo potrebbe essere proprio legata agli orari di lavoro dei genitori». Un provvedimento che seguirebbe la decisione di aumentare tasse e tariffe (esempio la TARI), ma anche le rette per la refezione scolastica e  l’iscrizione ai CRES.«Forse sarebbe stato meglio invece di realizzare, per esempio, due fontane, spendere quegli oneri di urbanizzazione per investimenti utili alla città e per erogate dei servizi – ha aggiunto la Benzi – per non parlare del fatto che il bilancio di previsione è stato presentato in ritardo di mesi rispetto alla legge e che quindi per questo abbiamo presentato un dettagliato esposto al Prefetto».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here