Brugherio prova a “costruire” il Piano di zona

0
413

BRUGHERIO – Lo scorso 5 marzo i comuni di Brugherio, Monza e Villasanta hanno invitato tutti i soggetti del privato sociale, dell’associazionismo, del volontariato e del privato ad un incontro dal titolo PIANI DI ZONA: UN NUOVO MODELLO DI PROGRAMMAZIONE PARTECIPATA, con l’obiettivo di promuovere e rafforzare le opportunità di partecipazione e collaborazione alla definizione delle politiche sociali e territoriali.

Una delle principali funzioni del Piano di Zona è favorire l’integrazione dei servizi, mettendo in relazione i diversi servizi offerti, coordinando le diverse politiche locali e dei diversi soggetti che le esprimono, favorendo la collaborazione di soggetti istituzionali, dei servizi pubblici e delle organizzazioni del privato sociale. Perché questo avvenga è necessario agire su 3 livelli: l’informazione, l’espressione di opinioni, lo scambio di materiali, contenuti, proposte

Il Piano di Zona, di valenza triennale, definisce le modalità di accesso alla rete dei servizi, indica obiettivi e priorità d’intervento dei Comuni, individua le modalità e le risorse necessarie alla loro realizzazione, attua l’integrazione in ambito distrettuale. L’ adesione al Piano di Zona, da parte di associazioni, cooperative sociali o realtà del terzo settore, prevede una possibilità di partecipazione a livelli diversi, dal tavolo di consultazione, a quello di sistema, all’utilizzo di strumenti più flessibili: newsletter, consultazione on-line o forum. Ogni soggetto può valutare l’entità della partecipazione a seconda delle possibilità di tempo e delle problematiche per le quali ritiene di essere portatore di letture e di proposte. L’adesione è formalizzata con un’iscrizione.

Per raggiungere gli obiettivi, come anticipato, sono stati messi a punto alcuni strumenti volti a sfruttare al meglio le tecnologie digitali a disposizione:

1. Newsletter: sarà inviata a volontari singoli o associati, responsabili ed operatori di cooperative sociali, fondazioni, responsabili ed operatori di enti pubblici, che aderiscono ai Piani di Zona e, inoltre, ai politici dei tre comuni e ai funzionari di Regione Lombardia (aree sociali)

2. Consultazione online: l’utilizzo di consultazioni online può consentire a chi opera per la costruzione e realizzazione del Piano di Zona di conoscere, in tempi brevi, caratteristiche, opinioni e attese dei vari interlocutori. Saranno invitati a rispondere i partner appartenenti agli organismi della partecipazione che hanno aderito al Piano di Zona.

3. Il forum: può essere utile per avviare la discussione, seguire e approfondire temi di interesse del Piano di Zona consentendo una maggiore interattività e tempestività rispetto agli strumenti precedenti. È quindi la modalità individuata per mettere in comunicazione i partner e permettere loro di reperire informazioni. L’idea è favorire una comunità virtuale dove i partner,utenti abituali con interessi comuni, possano scambiare opinioni, riflessioni, materiali e fare proposte.

L’iniziativa portata avanti dall’amministrazione si colloca nel quadro della volontà della Regione di andare sempre più nella direzione dell’Ambito, ovvero di una gestione integrata a livello più elevato ed ampio di quello locale”, ha dichiarato l’Assessore alle Politiche Sociali, Miriam Perego. “Si tratta di un’opportunità ulteriore per le associazioni, in particolare per quelle di Brugherio, che in questo modo possono rendersi visibili e possono influenzare decisioni e scelte di carattere politico e tecnico/operativo”.

Il prossimo appuntamento per discutere sarà sabato 29 marzo con un convegno, presso lo Urban Center di Monza, in cui prenderanno la parola esperti di tematiche di politica sociale e partecipazione e, a seguire, l’elezione dei componenti del Tavolo di Sistema. Quest’ultimo l’organismo cui sono attribuite, fra le altre, competenze come l’espressione di pareri e proposte relativamente agli atti di programmazione e organizzazione del sistema distrettuale di interventi e servizi sociali, nonché la trattazione delle tematiche trasversali di sistema di politica sociale e di costruzione della rete degli interventi e dei servizi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here