Brugherio, primo corso Tikitaka per la disabilità

0
1088

#TTF: tre lettere per indicare un grande progetto nato dalle menti creative degli amici di TikiTaka – Equiliberi di essere al fine di fare informazione e formazione. Il primo corso di TikiTaka (in)Formazione si svilupperà nei Comuni dell’Ambito Territoriale di Monza e sarà dedicato a tutti i tecnici sportivi desiderosi di migliorare il loro approccio nei confronti di atleti con disabilità; un’opportunità gratuita al termine della quale verrà rilasciato un attestato di frequenza. Sport e disabilità rappresentano un binomio vincente che, come insegna l’esperienza diretta di TikiTaka – Equiliberi di essere, diviene sinonimo di integrazione, condivisione, divertimento e possibilità di espressione. È però di fondamentale importanza che, oltre agli atleti, siano adeguatamente formate tutte le parti: da qui nasce l’idea di proporre sul territorio un corso riservato a tecnici sportivi, che darà la possibilità di approfondire le metodologie da adottare sia in caso di sport singoli che di squadra, il lato psicofisico dell’atleta e le sue dirette conseguenze sull’attività sportiva, il rapporto con le famiglie e la relazione all’interno di un gruppo, fino ad arrivare al confronto con case history ed esperienze dirette di allenamenti, vissuti accanto a gruppi sportivi con atleti con disabilità. Il corso si svolgerà presso la Sala Consiliare di Brugherio e si svilupperà in una serie di incontri che si terranno dalle 9:00 alle 13:00 nelle seguenti date: 21 aprile (incontro nel quale interverrà la dott.ssa Rosita Garghentino), 5 maggio (incontro nel quale interverrà il dott. Giuseppe Castelli), 23 giugno, 30 giugno con la possibilità, tra maggio e giugno, di assistere ad allenamenti reali.  Per maggiori informazioni e iscrizioni: Davide Fustinoni d.fustinoni@fondazionestefania.it – 338.1080447TikiTaka – Equiliberi di essere è un progetto sostenuto da Fondazione Cariplo, attivo nei comuni del monzese e desiano, che ha l’obiettivo di rendere le nostre comunità più accoglienti e inclusive nei confronti della diversità, imparando che dietro a ciò che comunemente viene visto come “limite” e “mancanza”, può nascondersi invece una grande risorsa, per tutti. Info: www.progettotikitaka.it – FB @progettotikitaka

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here