Brugherio, l’opposizione boccia il piano scuola

0
588
raid, scuole, cinisello
Cinisello, nuovo raid nelle scuole. La Lega chiede le telecamere

Piano scuola comunale bocciato su tutta la linea. L’opposizione e in particolare Roberto Assi di Brugherio Popolare Europea hanno giudicato troppo autoreferenziale e povero di contenuti reali, come quello dei lavori nelle scuole promessi e non realizzati, per il Piano scuola approntato dall’assessore Giovanna Borsotti. «Le parole introduttive dell’assessore Borsotti sono state eloquenti: più volte stigmatizzate durante il Consiglio, hanno lasciato trasparire un sibillino “se vi va è così, se non vi va è così lo stesso” – scrive Assi – Non una riga è stata spesa per relazionare sugli incontri con i Consigli d’Istituto e con i Dirigenti scolastici. Inesistente il ruolo delle famiglie, che nelle proposta della giunta assumono una posizione sostanzialmente passiva, ma i problemi sono soprattutto relativi ai lavori di manutenzione». Nel DUP (documento unico di programmazione) allegato al bilancio si prevedeva la realizzazione dell’ampliamento della Manzoni entro la fine del 2017, mentre nell’aggiornamento di DUP approvato dalla giunta a luglio la previsione sembra scomparsa.Intanto nella scuola Manzoni si fanno ancora i turni per mangiare e gli spazi non basterevbbero. Stessa situazione alla Leonardo da Vinci dove erano stati annunciati lavori di manutenzione straordinaria, ma fino ad oggi nulla. «Non si è fatto nulla circa la sicurezza – aggiunge Assi –  le nostre scuole devono essere protette sia dai furti, sia dalle schifezze e dalle sozzure che vengono puntualmente lasciate dagli ospiti indesiderati . Se è il caso, si tagli altrove (abbiamo dimostrato che si possono trovare fino a 300mila Euro nelle pieghe del nostro bilancio comunale) e si stanzino fondi per l’istallazione di impianti di allarme». La minoranza tuttavia chiede un incontro in Commissione con i dirigenti e i presidenti dei Consigli di Istituto, per ascoltare da loro quali priorità ritengano di dover rilevare. Cìè poi la questione trasporto e pre e post scuola. La giunta Troiano ha deciso di ridimensionare il trasporto scolastico  e il post scuola non supplisce adeguatamente alla mancanza del trasporto scolastico. «Abbiamo proposto un emendamento al Piano scuola, suggerendo di stanziare un fondo per alleggerire le tariffe del trasporto scolastico e prorogare la facoltà delle iscrizioni – hanno concluso – Anche in questo caso, la maggioranza ha bocciato la nostra proposta e tutte le altre. Perchè?»

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here