Brugherio, la Lega attacca Troiano sul bilancio 2014

0
507

BRUGHERIO – “Brugherio riparte? Si, solo dalle tasse. La presentazione del bilancio 2014 ha svelato che peggio di così ai Brugheresi non poteva andare: lo stesso partito delle tasse (pd) alla guida del Comune e al governo del paese si traduce come un salasso per tutti i cittadini!” è il commento della Lega Nord di Brugherio al Bilancio di previsione 2014 che passerà all’esame del parlamentino cittadino nei prossimi giorni.

“Tutti i proclami della campagna elettorale sulla diminuzione delle tasse si sono rivelati bugie perché Troiano e c. confermano gli aumenti delle tasse del Commissario (addizionale irpef al massimo) e ci mettono anche del loro con l’aliquota massima per l’IMU, con la nuova tassa rifiuti (tari) e con di nuovo l’IMU sulla prima casa che ha solo cambiato nome: TASI – si legge ancora nella nota diramata dalla sezione cittadina della Lega -. Perché la TASI è l’ennesima presa in giro dei cittadini. Una tassa sui servizi che si calcola esattamente come l’imu. L’ IMU sulla prima casa è una tassa ingiusta perché colpisce un bene primario che non produce reddito e che è spesso gravato da un mutuo. I Brugheresi hanno già subito la MINI-IMU del 2013 e si chiedono ancora a cosa è servito versare quei soldi. Ce lo chiediamo anche noi siccome l’avanzo di bilancio 2013 che si va delineando sembrerebbe arrivare alla straordinaria cifra di 4 milioni di euro. Questa è la prova che non c’era proprio necessità di gravare i cittadini con la mini-imu!”.

E così il capogruppo leghista nel consiglio comunale, Maurizio Ronchi attacca frontalmente la Giunta Troiano: “avete applicato tutte le tasse al massimo, nessuno sforzo per aiutare i Brugheresi; lavori pubblici inesistenti o dannosi, come i lavori alla Scuola Grimm e il semaforo di via dei mille; Solo propaganda e promesse elettorali tradite”;

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here