Brugherio, in biblioteca si torna a navigare

0
430

BRUGHERIO – Dopo circa un anno di assenza, la biblioteca torna a essere coperta dal WiFi che permette, finalmente, agli utenti di accedere liberamente a internet. Il servizio è presente ad oggi all’interno di Palazzo Ghirlanda, nell’area del cortile e nelle prossime settimane sarà completata anche l’installazione in Comune. Il fornitore prescelto è bWireless che offre un servizio di visione più ampia. Si passa infatti dal concetto di smart city a quello di smart region, cioè di un territorio esteso che fornisce servizi integrati e gratuiti per chi vi transita con lo scopo di garantire un accesso facile e gratuito alle rete in modalità di FreeWiFi.

La smart region, in cui entra in questo modo a far parte Brugherio, comprende oltre 50 comuni e più di 150 Hot Spot distribuiti nell’area inclusa nel rombo costituito dalle città di Monza, Lecco, Como, Bergamo e, a breve, Milano. In quest’area, gli utenti potranno accedere in totale autonomia e utilizzando sempre le medesime credenziali d’accesso. Accedere al servizio è semplice: dopo aver rilevato la rete, bWirelessN-FreeWiFi, occorre selezionarla dispositivo (laptop, tablet, smartphone, etc). A questo punto l’utente viene reindirizzato alla pagina di Benvenuto dove potrà autenticarsi, se in possesso delle credenziali perché già registrato, oppure iscriversi nel caso in cui non dovesse essere in possesso di username e password. Vengono proposti due tipi di log: 1) log with bWireless che prevede la registrazione dei propri dati sulla rete bWireless della Briantel; 2) log with Facebook che prevede l’accesso tramite le credenziali del proprio account Facebook. L’utente riceverà quindi una e-mail e SMS di conferma dell’avvenuta registrazione e delle proprie credenziali. Da quel momento sarà pronto a navigare in libertà.

“La scelta del gestore – ha dichiarato l’Assessore alle Politiche Finanziarie, Organizzazione e Personale, Graziano Maino  – raddoppia gli accessi e diminuisce i costi per il Comune poiché si passa da una gestione diretta di un sistema di proprietà dell’ente con conseguenti costi, ad un sistema che prevede un canone di 100 euro al mese per sito. La spesa totale per un servizio essenziale sarà di 2.400 euro per il WiFi in Biblioteca e in Comune, a fronte di una spesa precedente di 2.900 euro per il solo WiFi in Biblioteca”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here