Brugherio, il maresciallo Borrelli diventa ufficiale

0
462

È stato promosso sul campo a distanza di qualche anno dal pensionamento. Il maresciallo Giuseppe Borrelli, 60 anni, ex comandante della stazione di Brugherio andato in pensione nel 2013, ha ricevuto la nomina ufficiale a Sottotenente. In pratica, dopo aver passato tutte le selezioni per ottenere la stelletta, potrà fregiarse per meriti ottenuti sul campo. Noto a molti in città come il “Vittorio De Sica di Brugherio”, per quanto ad alcuni brugheresi la sua personalità ricordava quella del carabiniere impersonato nella serie di “Pane Amore e…” degli anni 60, in realtà Borrelli ha comandato la stazione di via Dante dal 1997 al 2013 non facendosi mancare nulla. Moltissime le operazioni che si ricordano ancora (lo sgombero massiccio dalla ex baracche di Baraggia, il salvataggio di un suicida e tanti altri) e anche molti i riconoscimenti ottenuti, tra i quali il Cavalierato della Repubblica e la Medaglia di bronzo del Comune. Cosa è cambiato per lui adesso, che in città ancora chiamano comandante? «Mi godo i nipotini e la famiglia – ci dice – ma se vedo qualcosa che non va intervengo come ho sempre fatto: l’essere carabiniere ormai è nel mio Dna». Borrelli, nato in provincia di Cosenza, era stato subito destinato al Nord, al reggimento di Cuneo. Prima destinazione operativa era stata Madonna di Campiglio e poi San Candido, in Alto Adige, doveva aveva conosciuto sua moglie. Nel 1980 è arrivato a Cologno Monzese che ha lasciato nel 1997 quando si è trasferito a Brugherio dove ancora abita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here