Brugherio, 2 mila firme contro la sosta a pagamento

0
231

Sono esattamente 2 mila 77 le firme di residenti, commercianti e cittadini brugheresi contro la sosta a pagamento anche in centro. Una petizione lanciata da Un Gruppo Di cittadini: in particolare Mariele Benzi, Anna Campari, Katia Grande e Mara CompostiNello specifico i firmatari che hanno persino improvvisato i banchetti per le firme, hanno chiesto di rivedere le decisioni dell’Amministrazione comunale sul piano della sosta, studiando sistemi alternativi rispetto ai parcheggi a pagamento. «In alcune vie periferiche non ha senso il parcheggio a pagamento, in quanto si invita esplicitamente la clientela a rivolgersi altrove, nei grandi centri di distribuzione dove il parcheggio non è a pagamento, cagionando di conseguenza la crisi dei negozi di vicinato – spiegano ad esempio i commercianti –  La sosta di dieci minuti gratuita sarebbe del tutto inutile visto che in quel poco tempo non si riuscirebbe a svolgere nessuna commissione e spesso  l’importo da pagare per il parcheggio potrebbe essere addirittura superiore alla spesa da effettuare; inoltre da considerare che  si rischia di intasare le uniche vie libere, danneggiando comunque le attività ivi insediate, le quali avranno i parcheggi sempre costantemente occupati da chi dovrà poi recarsi in centro per un lungo periodo di tempo». Le categorie che hanno poi spiegato le loro ragioni sono i professionisti contrari perché  i parcheggi a pagamento sarebbero un’altra imposta a carico dei cittadini, che sommati a IMU, TASI e TARI, volontariamente portati alla misura massima, pesano sempre di più; ci sono poi coloro che risiedono fuori e che sono di passaggio in città che spiegano: «La decisione della giunta Troiano di rendere a pagamento il parcheggio nel centro di Brugherio danneggia anche chi viene da fuori per lavorare, che si troverà costretto a dover parcheggiare lontano dal posto di lavoro per evitare il balzello. Oltre al danno delle code, la beffa del balzello». Molte le domande dei residenti: «Io che non ho il garage, quanto dovrò pagare? Oppure Il pagamento dell’abbonamento annuale non garantirebbe comunque di trovare il posteggio libero. In pratica l’unica circostanza certa sarebbe appunto il pagamento del canone annuale. La divisione in due aree creerebbe disagi, confusione e situazioni paradossali: se abito in una zona rossa di confine, pagando l’abbonamento annuale per questa specifica zona, non trovando parcheggio (anche perché non garantito), dovrei parcheggiare in una via limitrofa che si potrebbe anche trovare in zona verde, soggetta ad altra tariffa. Come comportarmi?» I sottoscrittori a questo punto attendono una risposta dalla Giunta Troiano che comunque non ha ancora reso effettivo il nuovo piano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here