Bormio, godere la neve oltre lo sci

0
58

Fantastici tracciati di escursionismo invernale, dove il silenzio è rotto unicamente dallo scricchiolio della neve fresca sotto le ciaspole; oppure  dislivelli fino ai 2000 metri, e ghiacciai che permettono lo sci alpinismo fino ai primi di maggio; tracciati per gli appassionati dello sci di fondo, tra turistici e agonistici, ci sono ben 35 km di piste tra Bormio, Santa Caterina Valfurva e Valdidentro. Ancora da provare è la combo fat bike + sci alpinismo: sono numerosi i percorsi in cui si procede sul sellino delle due ruote grasse, finché la pendenza lo consente, e si prosegue l’ascensione alle cime con l’attrezzatura da sci alpinismo. E poi sleddog, slittino, sentieri a cavallo e pattinaggio su ghiaccio. Queste le possibilità di godersi la neve al di là del classico sci alpino nel comprensorio di Bormio nei boschi innevati del Parco Nazionale dello Stelvio.

Le montagne del comprensorio di Bormio sono patria indiscussa dello Sci Alpinismo. Si calcolano più di 350 itinerari tra le vallate di Bormio, Valfurva, Valdidentro, Valdisotto e Sondalo. I percorsi sono pensati per tutti e vanno dai semplici sentieri vicino alle piste, fino alle grandi risalite su montagne prestigiose ed affascinanti come il Gran Zebrù che sfiora i 4000 m. Per chi ancora non conosce questo sport e vuole approcciarlo in maniera adeguata, le guide alpine organizzano escursioni idonee ad acquisire, in maniera completa, le conoscenze di base: la giusta attrezzatura da sci alpinismo; cosa mettere nello zaino; l’utilizzo e la funzionalità dei dispositivi di autosoccorso (ARTVA, sonda e pala); la tecnica di salita e discesa base, sia su terreno battuto che in neve profonda. È richiesto un livello di sciata a sci paralleli sulle piste rosse. Adatto anche ai ragazzi a partire dai 10 anni. (Possibilità di scendere in pista in caso di necessità).

Se d’estate il comprensorio di Bormio è la destinazione del ciclismo per antonomasia, d’inverno si trasforma in un paradiso per le uscite in fat bike. Sono tante le località che rendono speciali queste escursioni: l’impressionante Valle dei Forni, l’incantevole Val Viola, la pacifica Val di Rezzalo e i mitici pendii della Valle del Gavia. Tour panoramici e avventure nei boschi, alla scoperta degli animali che popolano il Parco Nazionale dello Stelvio. Pedalare all’aria aperta, fra gli alberi innevati, per raggiungere luoghi da cartolina e prendersi, poi, una gustosa pausa in un rifugio di montagna: è l’alternativa ideale alla classica vacanza invernale sugli sci, per gli amanti delle due ruote che non vogliono rinunciarvi nemmeno sulla neve. Con gli pneumatici “grassi” e i cerchioni larghi delle fat bike con pedalata assistita, si può arrivare anche su quei sentieri che non sarebbero raggiungibili con una normale MTB.

Nel comprensorio di Bormio ci sono 35 km di piste da sci di fondo per ogni livello di preparazione atletica. La pista di fondo di Santa Caterina, ad esempio, è stata location della Coppa del Mondo di sci di fondo. Qui la Pista Valtellina è perfettamente innevata, da novembre a marzo. Per vivere un’esperienza davvero suggestiva perché non prenotarsi per una delle due suggestive ed esclusive sciate in notturna? Il 6 gennaio, per l’Epifania, ed il 25 febbraio nel periodo di carnevale. Scivolare sulla pista illuminata dalla luna piena e dalle fiaccole è un’esperienza suggestiva ed indimenticabile.

La ciaspolata è una magica avventura per immergersi nei boschi ed entrare in contatto diretto con la natura, lontani dalla confusione sarà facile anche avvistare gli animali selvatici del Parco Nazionale dello Stelvio. Le camminate con le racchette da neve è un’attività adatta a tutte le età ed è sufficiente una preparazione fisica di base. L’escursione poi può essere abbinata al pranzo in rifugio. In occasione delle date di luna piena (8 dicembre 2022; 7 gennaio, 4 febbraio, 4 marzo 2023) sono organizzate escursioni notturne con cena a base di piatti della tradizione.

La pista da slittino in Val di Rezzalo è una discesa di puro divertimento lunga 3 km e mezzo che parte dalla piana di San Bernardo, nel comune di Sondalo. Per raggiungerla bisogna risalire il tracciato che si sviluppa su un dislivello di 350 metri: è una passeggiata poco impegnativa, immersa nei bellissimi boschi di abete rosso. Una volta arrivati, si cena al Rifugio La Baita a base di prelibatezze della cucina valtellinese e poi via… giù per il bosco con lo slittino nella magia della notte stellata! La Val di Rezzalo è una delle vallate più suggestive del comprensorio di Bormio e del Parco Nazionale dello Stelvio.

L’arrampicata sulle cascate di ghiaccio rappresenta l’occasione di cimentarsi con uno sport inusuale: bastano una cascata ghiacciata, due picozze, un paio di ramponi ed ecco che subito si entra in un magico mondo, dove il silenzio della montagna in veste invernale la fa da padrona. L’attività si svolge a due passi dal centro del paese su una struttura completamente ghiacciata creata ad hoc, ideale per far sperimentare anche ai neofiti l’emozione di questa disciplina. Non è richiesta alcuna esperienza pregressa, adatto anche ai ragazzi a partire dai 10 anni. Tutte le informazioni e le modalità di prenotazione e acquisto sono su Bormio: www.bormio.eu oppure scrivendo a info@bormio.eu

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here