Bilocali in affitto a Milano, questo è il momento migliore per pensarci

0
241

Gli effetti della crisi economica legata all’emergenza sanitaria Covid-19 si sono ripercossi, in modo diverso, sulla maggior parte delle persone.

Questo è vero soprattutto per chi era in procinto di dare una svolta alla propria vita, trasferendosi in una grande città come Milano.

Si sa, infatti, che il capoluogo meneghino è un vero forziere di opportunità, non solo professionali e universitarie, quanto anche culturali e mondane.

C’è da dire, però, che, se fino a poco più di un anno fa, iniziare una vita da fuori sede in una metropoli era una scelta compiuta più o meno a cuor leggero, oggi la situazione è un tantino diversa.

La precarietà, l’emergenza ancora in corso, l’alternarsi di zone gialle, arancioni e rosse con diversi gradi di limitazioni delle attività e degli spostamenti e la crisi economica rappresentano più di una ragione per rimandare a tempi migliori una scelta così coraggiosa.

Come dare torto a chi non ha vissuto un’esperienza da fuori sede e, proprio ora, deve sobbarcarsi spese ingenti senza la garanzia di un futuro certo?

Eppure, gli osservatori più attenti, avranno notato che in un clima apparentemente così buio esistono spiragli di luce che potrebbero persino incoraggiare una scelta del genere.

Basti solo pensare agli effetti che proprio  la pandemia ha avuto sul valore dei canoni d’affitto mensili a Milano, come in altre grandi città.

Proprio le misure restrittive affiancate a un incremento della gestione del lavoro a distanza ha causato nel capoluogo lombardo un netto calo della domanda di affitti e, allo stesso tempo, una crescita smisurata dell’offerta.

Un trend che ha inciso proprio sui costi di affitto degli immobile che nell’ultimo anno risultano fermi o persino diminuiti rispetto al passato.

Un evento che prima d’ora, probabilmente, non si era mai verificato in una città come Milano, famosa proprio per i prezzi spesso esorbitanti degli appartamenti.

Dinanzi a questa maggiore convenienza, molte remore sulla sostenibilità delle spese da fuori sede dovrebbero trovare risposta e tranquillizzare eventuali timori.

Ma l’andamento del mercato non è l’unica via che conduce al risparmio.

Se al momento favorevole si aggiungono anche alcune accortezze nella scelta dell’immobile, allora verrebbe quasi da affermare che mai come ora conviene trasferirsi in un appartamento in affitto a Milano.

La formula abitativa e la zona in cui alloggiare, ad esempio, sono due variabili molto incisive sul valore del canone mensile.

Dinanzi a tutte le alternative che Milano offre, quella che rappresenta il miglior rapporto qualità della vita – prezzo è senz’altro il bilocale.

Non a caso è una delle tipologie di abitazione maggiormente scelte dai fuori sede.

Il bilocale, infatti, coniuga la comodità di spazi più ampi rispetto a una sola stanza o un monolocale a prezzi più contenuti rispetto a trilocali o appartamenti più ampi. Con aggiunta la possibilità di dividere spese d’affitto e di gestione con un altro inquilino.

 Anche il quartiere può fare la differenza sulla qualità e il costo della vita.

Zone più prestigiose, centrali e in voga, portano con se il vantaggio di essere al centro della movida e della vita milanese e lo svantaggio di costi molto più alti a fronte di condizioni immobiliari non proprio ideali.

Aree più decentrate, invece, offrono appartamenti in condizioni migliori, spesso a costi inferiori.

Per farsi un’idea molto rapidamente proprio delle diverse offerte presenti nel mercato degli affitti milanesi, si può utilizzare la piattaforma dedicata Zappyrent, che contiene una vasta sezione di annunci per la formula del bilocale in affitto a Milano.

Zappyrent è un portale specializzato proprio nell’incontro tra domanda e offerta di immobili in locazione, assolutamente gratuita e molto intuitiva nell’utilizzo.

Per mettere a confronto le diverse proposte, basta solo impostare i parametri richiesti e relativi al proprio budget disponibile, alla formula abitativa preferita e al periodo di permanenza.

Gli annunci, pienamente rispondenti alle caratteristiche indicate, verranno visualizzati anche all’interno di una mappa della città presente nella pagina dedicata, in modo da visualizzare in un solo colpo d’occhio la loro collocazione e la media di prezzi per quartiere.

In questo modo non sarà difficile notare come le zone più care siano proprio quelle centrali, come per Brera o Porta Ticinese, dove i prezzi al mq oscillano tra i 26 Euro e i 28 Euro.

Viceversa le aree più economiche sono a ridosso di Chinatown, Bicocca o Ghisolfa, dove un bilocale costa sui 13,5 Euro al mq mensili.

Tutto quel che serve, quindi, per non farsi scoraggiare e avere maggiore cognizione dei costi della vita a Milano, in questo momento, è un supporto informatico in grado di consultare le offerte presenti nel portale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here