Bilancio del Gran Premio: promosso con 10 e lode!

0
134

«La Ferrari sul gradino più alto del podio e i numeri da record di questa 90esima edizione fanno del Gran Premio 2019 uno di quelli da ricordare. E’ inutile: Uno spettacolo così ce l’abbiamo solo noi qui a Monza, anche grazie al tempio della velocità che ci rende famosi in tutto il mondo!”. Così il sindaco di Monza Dario Allevi ha commentato l’edizione appena trascorsa del Gran Premio nel consueto bilancio del giorno dopo. Per quanto riguarda la viabilità mentre all’ingresso si sono registrate code anche a causa della pioggia, le operazioni di deflusso degli spettatori sono state smaltite dopo le 19 senza particolari disagi se non qualche coda alla stazione ferroviaria in attesa dei treni speciali. Ha funzionato il piano straordinario della mobilità, ormai consolidato per i grandi eventi in città, predisposto da Monza Mobilità in collaborazione con gli uffici del Comune. I cinque maxi parcheggi hanno accolto circa 9500 veicoli nella tre giorni, mentre molti tifosi hanno scelto di raggiungere l’Autodromo con i mezzi pubblici. In particolare, dal venerdì alla domenica, le linee di navette speciali predisposte in città hanno movimentato 40.000 passeggeri, di cui 22.000 solo sulla linea nera, il collegamento diretto da e per la stazione ferroviaria. Polizia Locale e Protezione Civile: 257 gli agenti di polizia locale in servizio complessivamente nella tre giorni, che hanno effettuato servizi per 2691 ore complessive. Come ogni anno in ausilio agli operatori monzesi sono arrivati rinforzi dalle Province di Milano, Varese, Cremona e Lodi per un totale di 10 altri Comuni coinvolti.  Da segnalare 53 multe per soste non autorizzate sul verde pubblico, 14 sequestri, 31 ispezioni e 17 infrazioni elevate dagli operatori. Ha inciso sul deflusso delle auto un incidente nel tunnel di viale Lombardia che ha coinvolto sei veicoli e comportato 4 feriti: nonostante ciò dopo le 19.00 il traffico è tornato regolare e l’uscita dei tifosi dalla città si è completato senza ulteriori intoppi. La Protezione Civile, organizzata secondo quanto previsto dal piano di emergenza in vigore, ha visto impegnati mediamente 40 operatori al giorno, dislocati su 15 postazioni: da segnalare l’intervento svolto alle 5.30 di ieri mattina per svuotare i tre sottopassi dell’autodromo, dopo le forti piogge della notte precedente. Termineranno nelle prossime ore le operazioni di raccolta straordinaria rifiuti all’interno del Parco e in città. 128 le tonnellate di rifiuti indifferenziati stimate tra città e Autodromo, 6,6 di carta e cartone e 1,7 di imballaggi di plastica. Impegnati da mercoledì a domenica circa 100 addetti e 78 mezzi per la raccolta. 19 le Guardie Ecologiche volontarie del Comune in servizio nella tre-giorni, distribuite su turni per un totale di 280 ore di servizio. Nonostante il meteo non sempre clemente, hanno riscosso un ottimo successo gli appuntamenti organizzati in città e inseriti nel programma del MonzaFuoriGP, che ha fatto registrare almeno 140.000 presenze nelle quattro giornate distribuite fra le 45 iniziative realizzate tra concerti, incontri ed eventi pubblici. Da segnalare, in particolare, le 8000 persone stimate in piazza Trento e Trieste venerdì sera, le 26.000 di sabato e le 8000 di domenica. Per gli eventi di piazza Cambiaghi, annullati giovedì sera per maltempo, si sono contate 6000 persone venerdì, 10.000 sabato e 4000 domenica. Le dirette su La6 degli eventi Motorsport Chef da corsa e Award hanno registrato in totale 1.300.000 spettatori. 3000 le persone che hanno visitato gli stand dello street-food ai Boschetti Reali e più di 2500 alla mostra fotografica allestita in Arengario “Campioni nel cuore”. “Settimana record per la manifestazione motoristica più importante d’Italia – ha sottolineato in chiusura il presidente dell’Automobile Club Milano avv. Geronimo la Russa –  Settimana speciale per l’Automobile Club Milano che questa manifestazione l’ha creata e poi sviluppata – costruendo nel 1922 a tempo di record in 90 giorni il Tempio della Velocità – accompagnandola fino alla sua 90^ edizione”.

“Quest’anno abbiamo impreziosito l’evento, con Aci e Ferrari, con la Festa in piazza Duomo che rimarrà nella storia della città di Milano. E poi tanti altri appuntamenti ed iniziative: la Ferrari di Gilles Villeneuve esposta nel nostro salone di corso Venezia e la presentazione del nuovo libro a lui dedicato, uno speciale numero di “via!” distribuito in 70 mila copie ai Soci, nelle edicole con Il Giorno e ai cancelli dell’Autodromo, una Club House a pochi passi dal paddock per accogliere tutti gli amici dell’Automobile Club Milano”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here