Bilancio Cinisello, Sel: Renzi predica bene ma razzola male

0
558

CINISELLO BALSAMO – Sel festeggia l’approvazione del bilancio del comune di Cinisello Balsamo e se la prende con Renzi. Dopo l’ok in consiglio comunale al provvedimento pochi giorni fa, i “vendoliani” attaccano il Governo centrale:  «Spiace che il Governo, una volta di più, faccia seguire a misure annunciate come panacea alla crisi (i famigerati 80 euro), decisioni in senso opposto che penalizzano le amministrazioni locali e i cittadini tutti, vanificando quel poco di buono che si tenta di mettere in atto. – commenta Massimo Bricchi, coordinatore di SEL Cinisello Balsamo – E spiace ancor di più che, paradossalmente, punisca un Comune come il nostro che rispetta il patto di stabilità e che quasi unico in Italia ha deciso di non applicare la Tasi.»

 “Per sopperire ai tagli effettuati dallo Stato, il Comune di Cinisello Balsamo si è trovato costretto a una revisione significativa del bilancio attraverso alcune misure come l’aumento dell’aliquota addizionale comunale Irpef dell’1xmille – conservando comunque la soglia di esenzione a 15.000 euro. Da questa misura sono previsti introiti per circa 910.000 euro (contro i quasi 6 milioni di euro garantiti dalla Tasi), mantenendo un risparmio notevole per i cittadini senza aumentare loro la pressione fiscale rispetto all’anno precedente. I restanti quattro milioni saranno recuperati attraverso un’ulteriore razionalizzazione della spesa garantendo l’alto standard di servizi che da sempre contraddistingue la realtà di Cinisello Balsamo.  La situazione imprevedibile che l’Amministrazione Comunale ha dovuto affrontare – conclude la nota diramata da Sel – si è creata a causa delle dinamiche che portano gli Enti Locali a dover sopportare il peso delle politiche effettuate a livello nazionale tese a raggiungere un consenso elettorale a discapito delle esigenze territoriali”. 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here