Bicocca, nuovi alloggi per studenti a Cinisello

0
798

Una nuova residenza per studenti universitari a Cinisello Balsamo: è stata inaugurata oggi la Residenza di Breme Forno, edificio universitario U62, nella sede dell’ex Civica Scuola di musica, in via Martinelli, 44. La residenza per studenti universitari, realizzata grazie all’accordo fra l’Ateneo milanese e il Comune di Cinisello Balsamo, prevede 44 posti letto e due stanze attrezzate per l’utilizzo da parte di persone con disabilità. Al piano terra, al primo e al secondo piano si trovano camere con uno o due letti, un bagno e uno spazio comune con funzione di cucina-pranzo-soggiorno. Il valore del finanziamento, da parte del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, e della Cassa Depositi e Prestiti, è di 1.100.000 euro. La cerimonia di inaugurazione si è aperta stamattina alle 11 con i saluti di Cristina Messa, Rettore dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, e Siria Trezzi, Sindaco del Comune di Cinisello Balsamo, nella suggestiva cornice offerta dalla Villa di Breme Forno a 100 metri dalla nuova residenza universitaria. Il taglio del nastro, con la consegna delle chiavi agli studenti e la visita alla residenza di via Martinelli, ha avuto luogo a mezzogiorno. La struttura che ospita la nuova residenza, di proprietà comunale, venne costruita fra il 1891 e il 1893 per volontà del cavalier Benedetto Martinelli e destinata a Municipio del Comune di Balsamo. Nel 1928, con l’unificazione dei Comuni di Balsamo e Cinisello, l’edificio di via Martinelli venne adibito a Scuola elementare, fino agli anni Cinquanta. Negli anni Novanta divenne sede della Civica Scuola di musica, che si affermò in quel periodo come prestigiosa realtà formativa in ambito musicale, con un rilevante numero di allievi e corsi. «Oggi consolidiamo un ambizioso progetto di crescita del Campus Milano-Bicocca – ha detto Cristina Messa, Rettore dell’Ateneo milanese – e con l’inaugurazione della nuova residenza a Cinisello Balsamo offriamo più strutture e servizi ai nostri studenti, mettendo a disposizione complessivamente oltre 700 posti letto. Questo sviluppo edilizio rappresenta un modello virtuoso di collaborazione fra enti pubblici, oltre ad essere un importante intervento di riqualificazione urbana: è un nuovo spazio dell’Università che si apre alla città». «Questo progetto consolida ulteriormente il rapporto di collaborazione già in essere fra la città e l’Università Bicocca – ha dichiarato il sindaco di Cinisello Balsamo Siria Trezzi – ospitata nella storica Villa Forno come Centro di alta formazione: non solo un’importante presenza che permetterà di offrire nuove opportunità e servizi agli studenti, ma anche un’occasione di riqualificazione per Balsamo che si arricchisce di un elemento di attrattività». Il piano di sviluppo dell’Università di Milano-Bicocca prevede altre residenze, attualmente in fase di completamento, per un totale di oltre 400 nuovi posti letto: 156 nell’edificio U42 di via Comasina, che entrerà in funzione l’anno prossimo, 132 nell’edificio U52 di via Bernardino da Novate, che entrerà in funzione sempre nel 2017, e 141 nell’edificio U32 di via Demostene, che entrerà in funzione nel 2018. Ad esse si aggiungerà dopo il 2020 una residenza in piazza dell’Ateneo Nuovo, nell’edificio U10, per ulteriori 104 posti letto.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here