Basket, il Geas passa nel derby al fotofinish

0
317

SESTO SAN GIOVANNI –  Il Paddy Power Geas sbanca il Pala Giordani di Milano conquistando anche il derby di ritorno contro il Sanga Milano. Questa volta solo 2 punti di vantaggio rispetto ai 34 dell’andata, ma la vittoria di stasera vale, se possibile, ancora di più: il 56-54 finale arriva infatti dopo una partita dura, giocata tecnicamente al di sotto delle proprie potenzialità, con Arturi costretta in panchina per tanti e decisivi minuti a causa del raggiunto limite di falli e contro, non dimentichiamolo, una squadra che schiera in campo atlete del calibro di Stabile, Gottardi e Frantini.

Le rossonere sono a questo punto l’unica squadra imbattuta fra A1 e A2,  Il Geas tornerà in campo l’11 gennaio perché prima della sosta natalizia, nel prossimo week end è previsto il turno di riposo. Quella contro il Sanga è stata senz’altro la partita più sofferta della stagione.

Abbiamo fatto fatica per lunghi tratti – commenta coach Bacchini –, non siamo riusciti ad imporre il nostro gioco ma in questo palazzetto, per ragioni ambientali e non solo, non è facile giocare: ci ritrovavamo di fronte una squadra ferita dal risultato dell’andata, che stasera ha messo in campo tutto quello che aveva andando vicina alla vittoria. Per fortuna siamo riusciti a riprenderle quando hanno provato a fuggire e a tenere in un finale tesissimo… Adesso abbiamo tempo per lavorare, ricaricare le pile e prepararci per un finale di stagione regolare difficile ma stimolante: puntiamo in alto, puntiamo a proseguire l’ottima stagione disputata fino ad ora e a non smettere di sognare traguardi importanti. Questa squadra ha dimostrato contro il Sanga di avere attributi e sangue freddo, perché nei momenti difficili non ha mollato ed è andata a prendersi la vittoria con la grinta e col coltello tra i denti: possiamo essere più che fieri di queste ragazze, pur sapendo che la strada è ancora lunga siamo già contentissimi così. L’importante ora è non fermarsi”

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here