Azienda di Nova vince appalto per l’Arma dei Carabinieri

0
352

Il Gruppo FABBRO, leader in Italia nella ristorazione collettiva e nel Facility Management, si è aggiudicato l’appalto nazionale per la gestione del servizio di ristorazione dell’Arma dei Carabinieri per un valore pari a circa 35 milioni di euro. Il servizio, partito lo scorso 1° luglio, è rivolto alle 297 Caserme presenti su tutto il territorio nazionale e prevede la preparazione e la distribuzione di 20.584 pasti giornalieri (prima colazione, pranzo e cena) ai Carabinieri d’Italia.  L’Arma ha scelto per i propri Carabinieri una dieta equilibrata che privilegia verdure e alimenti a base di proteine magre, come pesce, carni bianche e uova, e prodotti  provenienti dal mercato equosolidale per la preparazione dei piatti destinati alle caserme. Uno dei punti di forza dell’offerta del Gruppo Fabbro è la “ristorazione green” finalizzata al rispetto dell’ambiente che rappresenta, da sempre, una delle caratteristiche distintive del Gruppo. Infatti, nella fase preliminare di selezione dei fornitori vengono scelti produttori locali con l’obiettivo di accorciare la filiera e preservare la genuinità e freschezza dei prodotti a KM zero. Questo permette, da un lato, di valorizzare le aziende locali del territorio e, dall’altro, di abbattere i costi del trasferimento su gomma e il relativo impatto di CO2 sull’ambiente. Inoltre, la scelta di packaging eco-friendly per l’imballaggio dei pasti – utilizzando materiali naturali, biodegradabili e riciclabili – sono un’ulteriore conferma dell’attenzione del Gruppo alla qualità e alla sostenibilità del servizio offerto ai propri clienti. William Fabbro – Amministratore Delegato del Gruppo Fabbro dichiara La vincita di questa gara rappresenta per noi due grandi risultati: è un onore per il Gruppo offrire i propri servizi a chi, quotidianamente, lavora con incondizionata dedizione per il nostro Paese ed è un’ulteriore conferma  della qualità e dell’efficienza che offriamo da quasi 20 anni”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here