Attacco hacker all’Università Cattolica Del Sacro Cuore

0
809

“Siamo confusi e in balia degli eventi. Ci sentiamo abbandonati a noi stessi!”. E’ la sintesi della situazione che stanno vivendo alcuni studenti dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Il sito “MyEDUcatt” dell’Università è stato scenario di un attacco hacker da parte di abili professionisti del sistema informatico, i quali hanno rubato centinaia carte di identità digitali e documenti personali che probabilmente venderanno  online su siti pirata. “Non sappiamo quale strategia usare. Durante il mio percorso universitario, sono stato due volte vittima di reati del genere – ha raccontato un laureando in Giurisprudenza, vittima del raggiro – Il nostro ateneo ha sempre avuto pieno accesso ai dati personali dei miei genitori, gli hackers in questione sanno dove vivo, qualcuno nel mondo sta acquistando la mia identità, sta fingendo di essere me, si chiama come me. Non sappiamo davvero cosa fare». I dati sottratti ai ragazzi sembrano siano stati “rintracciati” sul web e  le segnalazioni arrivate farebbero intuire che siano stati messi in vendita su un forum pubblico pirata dal 14 febbraio. La denuncia alla Polizia postale fatta dall’Ateneo sembra però non bastare agli studenti i quali stanno pensando ad una class action per recuperare i danni “E’ imbarazzante e tremendamente grave quello che è successo – ha aggiunto una vittima -. Le rette che i miei genitori pagano periodicamente, sono anche destinate alla formazione di un sistema informatico di massima sicurezza degna del nome dell’Università, proprio per limitare i danni, tutelare ogni singolo studente. Ma quando la mia famiglia ha appreso la notizia è rimasta incredula e tremendamente delusa. Siamo pronti a denunciare alla polizia postale, agli enti della sicurezza informatica e a tutti coloro i quali potrebbero darci una mano. Speriamo solo non abbiano avuto accesso ai dati bancari!” ha concluso una studentessa dell’ultimo anno di legge.“ Intanto l’Università – contattata dagli interessati – per ora ha inviato una mail in cui si rassicura sul provvedimento di denuncia adottato e sul futuro».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here