Atlas Copco regala una torre faro alla Protezione civile

0
399

CINISELLO BALSAMO – Atlas Copco, leader mondiale nella produzione e noleggio di attrezzature per gas e aria compressa, gruppi elettrogeni, attrezzature per cantieri e miniere , utensili industriali e sistemi di assemblaggio, con sede anche in via Fratelli Gracchi a Cinisello,  dona una torre faro al Corpo Volontari Protezione Civile di Cinisello Balsamo.

La nuova attrezzatura è dotata di un generatore di una potenza di 12 KWA e di una torre estensibile manualmente fino a 10 metri, ruotabile a 360°, che monta 6 fari da 1500 W in grado di illuminare e fornire energia elettrica ad una vasta area di intervento o ad un campo di emergenza.

“L’idea di donare questa attrezzatura è nata dalla richiesta di un nostro dipendente, che è anche volontario in CRI, che ci ha segnalato le esigenze dell’associazione cittadina di Protezione Civile di dotarsi di attrezzature e strumenti – spiega Marco Piroli, Business Line Manager Speciality Rental di Atlas Copco – si è provveduto a stringere i contatti con l’associazione e poter donare loro, dopo averla totalmente revisionata, questa torre faro utile a coprire le esigenze dell’attività di Protezione Civile nel territorio, quello che mi ha toccato di più è stato vedere la vostra soddisfazione quando vi ho consegnato la torre faro e sapere che verrà utilizzata a supporto della popolazione in caso di necessità. Attrezzature di questo tipo sono state utilizzate in occasione del terremoto de L’Aquila, fornite dalla divisione Rental di Atlas Copco su richiesta del Dipartimento di Protezione Civile Nazionale e strumenti e attrezzature sono stati messi a disposizione anche dopo il recente terremoto in Emilia Romagna.

Anche in tutte le fasi del recupero della motonave Concordia sono state utilizzate attrezzature messe a disposizione da Atlas Copco Rental – continua Piroli – generatori e in particolare nella fase più delicata del galleggiamento i compressori utilizzati per pompare l’aria all’interno dei cassoni che hanno consentito il galleggiamento del relitto. La sensibilità dell’azienda verso il sociale è dimostrata anche dal progetto Water for All, una organizzazione no profit fondata dal personale dell’azienda, in questo fondo i dipendenti devolvono volontariamente una quota e l’azienda contribuisce con una quota pari a quella donata dai dipendenti. Oggi più di 700.000 persone che vivono in aree in via di sviluppo hanno a disposizione acqua potabile grazie ai pozzi e alle infrastrutture costruite grazie a questo progetto”.

Soddisfazione da parte della Protezione civile cinisellese che commenta: “…Che dire di più, un sentito grazie da parte di tutti i volontari del Corpo Volontari Protezione Civile di Cinisello Balsamo ad Atlas Copco, al Dott. Marco Piroli e a tutti i dirigenti di Atlas Copco Rental che hanno consentito che il nostro sogno si realizzasse e ci hanno dotato di uno strumento in grado di rendere la nostra capacità di intervento più efficiente ed efficace in caso di emergenza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here