“Ascoltare” il proprio udito: il primo passo per la prevenzione

L’udito è uno dei preziosi cinque sensi e influisce sullo sviluppo educativo, professionale e sociale delle persone, molto più di quanto si possa immaginare

0
218

Perdere l’udito può incidere significativamente sulla qualità della vita, fino a poter causare depressione, ansia, negazione e un continuo senso di rabbia e frustrazione. Fondamentale è pertanto l’attività di prevenzione e, all’occorrenza, di correzione e riabilitazione delle deficienze della funzione uditiva. Quotidiane abitudini, molto diffuse e apparentemente innocue, possono infatti incidere sulla funzione uditiva, peggiorandola. Si pensi, ad esempio, ai milioni di adolescenti e giovani adulti che fanno un uso smodato dei dispositivi di riproduzione audio, come smartphone e lettori MP3, e all’esposizione a livelli sonori nocivi nei luoghi di intrattenimento quali locali notturni, discoteche, bar, pub ed eventi sportivi. La tendenza sempre più diffusa di ascoltare musica ad alto volume e per periodi prolungati pone a rischio il nostro udito, potendone causare finanche la perdita.

Diagnosticare la perdita dell’udito

È sempre un buon momento per sottoporsi a un test preventivo per diagnosticare la qualità dell’udito. Nella maggiore parte dei casi, infatti, i pazienti non si rendono conto della progressiva perdita dell’udito; in alcuni casi, invece, può esserci un vero e proprio rifiuto ad accettare questa situazione e, pertanto, sarà compito di un familiare o di un amico indirizzare quindi, con tatto, il paziente ad effettuare un test. Esistono diversi tipi di test, tutti indolore e non invasivi, che vengono scelti a discrezione del Medico Specialista in funzione del singolo paziente. Una volta stabilita l’entità uditiva e le varie esigenze personali, il Medico consiglierà le buone prassi da adottare o, in caso di significativa perdita di udito, la soluzione acustica più adatta alle necessità e allo stile di vita del paziente. Oltre il 95% delle perdite dell’udito può essere aiutato da apparecchi acustici. Gli apparecchi acustici possono essere piccoli, discreti e invisibili. La loro funzione è quello di rendere i suoni più alti e alcuni vengono messi nel canale uditivo esterno, per poi garantire al paziente di sentire al meglio, comunicare liberamente, interagire e partecipare attivamente alla vita quotidiana.

Per ulteriori informazioni:                                                                                          Curie, Diagnostica per Immagini e Terapia                                                                  Viale Emilia 37 – Cologno Monzese                                                                   www.curie.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here