Arese – Firmata la convenzione con le suore contestata dai grillini

0
419

L’Amministrazione Comunale, il Consiglio di Amministrazione e la Direzione Generale dell’Azienda Speciale Gallazzi Vismara rendono noto che nella mattinata  di giovedì 28 novembre è stata sottoscritta la nuova convezione tra la Congregazione delle Suore di Carità del Principe di Palagonia e la nostra Casa di Riposo. Tale convenzione è di durata biennale e ha per oggetto le attività spirituali e di volontariato delle Suore, già prestate nell’arco del 2013 e per il prossimo 2014, con un corrispettivo reso a titolo di liberalità da erogare direttamente all’ordine, oltre vitto e alloggio, per garantire la presenza di 3 suore, numero minimo per formare una comunità secondo il diritto canonico. Il nuovo accordo è frutto dello spirito di collaborazione instauratosi tra le parti e conferma la volontà di quest’Amministrazione e degli organi di governo dell’Azienda Speciale di salvaguardare e valorizzare la presenza delle religiose all’interno della struttura. La nuova convenzione rappresenta quanto necessario e opportuno sottoscrivere per confermare un servizio di assistenza spirituale e di sostegno affettivo molto gradito, apprezzato e voluto dagli ospiti e dai loro parenti. Il risultato cercato, espresso in questo importante documento di programmazione, porta in equilibrio costi e attività svolte, registrando un risparmio della spesa pubblica del 56% rispetto a quanto stabilito dall’ultima convenzione (2010-2012).

“L’Amministrazione – commenta Barbara Scifo, Assessore alle Politiche sociali – coglie l’occasione per ringraziare ufficialmente il nuovo Consiglio di Amministrazione per il rigore e l’impegno profuso nel ricercare la migliore soluzione e soprattutto per mostrare alle suore la propria riconoscenza perché, in attesa del perfezionamento dell’accordo, hanno proseguito a prestare la loro attività con il massimo spirito caritatevole e di servizio, garantendo la continuità delle relazioni con i nostri ospiti e rappresentando figure di riferimento costanti e certe, così importanti per gli anziani”.

Lo scorso mese abbiamo dato spazio ad alcune contestazioni del MoVimento 5 Stelle e in particolare a quella sulla la convenzione tra il comune di Arese e la congregazione delle suore di carità del principe di Palagonìa. Qui di seguito l‘interrogazione dei grillini:

“La convenzione in oggetto è stata sottoscritta dal sindaco Perferi nel 2001 con la congregazione delle suore di carità del principe di Palagonìa, avente sede a Palermo; la convenzione iniziale stabiliva un contributo annuale di Lire 53.500.000, più un contributo di Lire 9.000.000 annuali alle suore ”; in base alla convenzione l’amministrazione comunale si impegna a “fornire gratuitamente un alloggio ammobiliato” e a corrispondere il vitto, biancheria e spese; in base all’ultimo rinnovo e revisione della convenzione per il triennio 2010-2012, approvato all’unanimità dal CdA composto da Di Clemente, Torresani, Congi, Mangione, Zaffaroni, il contributo annuale forfettario passa da Euro15.000,00 a Euro 18.000,00, oltre agli stipendi spettanti a due delle tre suore presenti in struttura ed ai benefit concordati con le convenzioni precedenti. La richiesta di chiarimento quindi riguarda il motivo per cui si sente la necessità di valutare il rinnovo della convenzione con una congregazione avente sede a Palermo, quando questa stessa attività è ampiamente praticata da numerosi organizzazioni religiose nella zona e sul perché è necessario retribuire le religiose convenzionate e contemporaneamente garantire loro anche l’alloggio”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here