Arese – Alfa Romeo, tutti uniti per la riapertura del museo

0
322

Domenica 23 febbraio, l’Associazione Alfa Romeo Club terrà un incontro per illustrare il suo punto di vista sulla situazione attuale del museo, chiuso al pubblico da quasi 3 anni, ipotizzando anche gli eventuali scenari in vista degli eventi legati a Expo 2015.

“Abbiamo accettato la richiesta di patrocinio del Comune di Arese – ha spiegato l’Assessore all’attuazione dell’Accordo di programma area ex Alfa, Giuseppe Augurusa – perché riteniamo utile interloquire con tutti coloro che, a vario titolo, sono mossi dal comune intento di recuperare un patrimonio unico della storia dell’automobile per troppo tempo costretto all’oblio. Un valore del passato che può rappresentare il volano della ricostruzione per il futuro dell’area. Un’ulteriore occasione per ribadire la nostra volontà, più volte espressa, di partecipare alla discussione da diversi mesi aperta in regione Lombardia”.

L’incontro si svolgerà domenica 23 febbraio, dalle 9.00 alle 13.00, presso l’auditorium Aldo Moro di viale Varzi 13. Seguirà un simbolico giro della città delle auto Alfa Romeo.

Fervono anche i preparativi per l’organizzazione di “Rombo d’autore – a tutto motore!”, l’iniziativa che il prossimo 13 aprile, in Villa La Valera, vedrà riuniti l’Amministrazione comunale, i rappresentanti di Città dei Motori (l’associazione ANCI che riunisce gli enti del made in Italy motoristico), del RIAR (Registro Italiano Alfa Romeo) e di Distretto 33, per sottolineare l’importanza dell’industria automobilistica e richiedere la riapertura del Museo storico Alfa Romeo.

L’evento è organizzato nell’ambito di Due settimane a SuperMilano, una delle iniziative culturali più apprezzate dell’hinterland milanese, che ogni anno richiama oltre 150 mila visitatori grazie all’apertura contemporanea dei principali beni storico-artistici dei suoi 16 Comuni.

“Il programma continua ad arricchirsi – dichiara entusiasta l’Assessore allo Sport e Tempo libero, Roberta Tellini. Possiamo già anticipare che al mattino, in Villa La Valera, avremo una quindicina di Ferrari e naturalmente auto storiche Alfa Romeo. Nel pomeriggio, ci sarà una corteo-sfilata per le strade cittadine che si concluderà presso il Centro sportivo comunale, dove saremo raggiunti anche da un centinaio di moto Harley Davidson. In previsione, anche visite guidate di Villa La Valera e della Chiesa di San Bernardino e un circuito dedicato agli amanti della bicicletta. Nel pomeriggio, ci sarà un concerto-sfilata con abiti storici e la giornata si concluderà con L’aperitivo in Villa con l’Artista”.

“Ce la stiamo mettendo tutta – prosegue l’Assessore – per sensibilizzare sulla riapertura di un sito museale che riteniamo un’eccellenza del nostro territorio. Abbiamo coinvolto tutti coloro che, a vario titolo, possono sostenerci. È stata invitata anche Zagato, l’azienda storica che rappresenta un esempio di qualità del design italiano. Il RIAR esporrà importanti vetture di cessata produzione, tipo la Giulietta n. 1 e n. 2, e anche due prototipi. Città dei Motori è al nostro fianco da sempre. Venerdì 21 febbraio, per la prima volta, il direttivo della Rete nazionale dei Motori si riunirà qui ad Arese, proprio a conferma del loro impegno per richiedere la riapertura del Museo. L’invito a partecipare a questa grande manifestazione è stato rivolto anche a Roberto Maroni, Presidente di Regione Lombardia, che da tempo si è attivato per la riapertura del Museo, e abbiamo buone speranze che ci raggiunga. Naturalmente, il nostro desiderio è che anche Fiat e Alfa Romeo possano prendere parte a questa manifestazione, perché vogliamo riprendere “questa corsa” insieme e auspichiamo che la riapertura del Museo sia un traguardo per tutti noi”.

“Per essere sinceri – ha aggiunto soddisfatta il Sindaco, Michela Palestra – non abbiamo fatto molta fatica a coinvolgere questi grandi nomi, proprio a testimonianza che la riapertura del museo può rappresentare una grande opportunità per rilanciare Arese e i Comuni limitrofi, soprattutto in vista di Expo 2015. Abbiamo un grande patrimonio sul nostro territorio e l’Amministrazione farà il possibile per tutelarlo e aprirlo ai suoi cittadini e agli appassionati di tutto il mondo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here