Anche la cultura verso la zona gialla

0
111

Anche il mondo della cultura, questa volta, darà il benvenuto alla zona gialla. A deciderlo è stato l’ultimo Dpcm emesso dal Presidente del Consiglio Mario Draghi il quale ha dato disposizione a teatri,cinema e musei di accogliere appassionati e visitatori. Da lunedì 26 aprile, si riaprono alcuni teatri e solo per alcuni spettacoli, ma pian piano gli spettacoli all’aperto saranno sempre di più. Ovviamente con una rivisitazione degli orari, considerato che per ora il coprifuoco è fissato alle 22.

A Milano l’Elfo è pronto fino a dicembre, con agosto di chiusura. Si parte il 4 maggio con la ripresa dello “Strano caso del cane ucciso a mezzanotte” e “La notte di Antigone” sul caso Cucchi, cui seguirà “Il rumore del silenzio” su Piazza Fontana e il ciclo di “Nuove storie”, mentre il 7 giugno debutta “Il seme della violenza” sulla vittima di omofobia nella provincia americana.  Il Piccolo Teatro presenta al Teatro Studio dal 4 al 16 maggio «Lady Football club», seguito da «Hamlet» di Latella mentre al Grassi dal 26 giugno all’11 luglio Franca Nuti interpreta «A german story», tutto con inizio 19.30. Andrèe Shammah, mitica direttora del Teatro Franco Parenti annuncia l’arrivo di compagnie giovani a fine maggio e la riapertura dei Bagni Misteriosi, coprifuoco permettendo: «Dovrebbero dare permessi a chi va a teatro. Ci sono questioni che mi preme sottolineare: primo che gli artisti per ovvie ragioni dovrebbero rientrare nelle categorie a rischio; secondo che la riapertura dovrebbe essere definitiva, non soggetta al colore della provincia, altrimenti non è possibile. ». Al teatro Manzoni di Milano si fa proprio scuola, con quella del musical di Massimo Romeo Piparo. A Monza il Binario 7 riparte con un monologo il 29 aprile mentre il Teatro Manzoni sta progettando una nuova proposta culturale a lungo termine. “C’è un grande desiderio di riprendere, di ritornare al rito del teatro, nell’aria c’è un nuovo entusiasmo” racconta Paola Pedrazzini, direttore artistico.

Per quanto riguarda il cinema riaprono le sale milanesi e in provincia anche se i titoli non sono molti e l’orario deve considerare il coprifuoco. Lunedì 26 aprile anche Capitol Anteo spazioCinema di Monza riaccenderà i propri schermi nel rispetto di tutte le norme di sicurezza igienico-sanitarie. In cartellone l’anteprima di “Corpus Christi “di Jan Komasa e titoli mai usciti in sala, come “Lezioni di persiano” di Vadim Perelman e “Lei mi parla ancora”di Pupi Avati. Inoltre, dal 28 aprile sarà in programmazione anche il capolavoro di Wong Kar Wai, “In the mood for love”, un racconto romantico, presentato nell’ attesissima versione 4K. I lavoratori degli Soace Cinema invece hanno realizzato un video per preparare gli spettatori al ritorno in sala. Ultimo spettacolo massimo alle 20.

Angela Galetti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here