Amri, la pistola che sparò al poliziotto è la stessa di Berlino

0
334
Anis Amri, l’attentatore di Berlino

La calibro 22 con cui Amis Amri sparò al poliziotto sestese Cristian Movio la sera del 21 dicembre scorso davanti alla stazione cittadina, è la stella che uccise il camionista partito da Cinisello Balsamo e mai arrivato vivo a Berlino dove il suo mezzo fu schiantato contro la folla dei mercatini di Natale. Questo il responso della perizia balistica svolta dalla polizia scientifica, che ha messo a confronto il bossolo esploso dall’arma utilizzata dal terrorista tunisino il 19 dicembre sulla Breitscheidplatz e uno di quelli ritrovati a Sesto San Giovanni. Un particolare fondamentale per confermare la dinamica della strage e il fatto che, con certezza, Amri era nel camion parecchie ore prima delle strage quando uccise il povero autistia polacco. Bisogna ancora aggiungere tasselli all’indagine, tuttavia, mentre i due agenti eroi sono a riposo e a Movio la squadra di calcio locale di Sesto ha regalato una maglia. Fondamtale ora è capire come Amri quella notte potesse avere in tasca mille euro in contanti, da dove venissero i soldi. Il lavoro è febbrile e comunque l’ottimismo in polizia non manca. Per ora sembra non confermata la notizia che il tunisino abbia addirittura abitato a Cinisello come molti hanno detto. Infatti c’ò non risulta alle autorità. Ma chi avesse informazioni utili è pregato di recarsi in Polizia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here