Allevi non molla: la provincia di Monza e Brianza non si tocca

0
273

MONZA – Non una classica difesa d’ufficio dell’ente che guida ma una specie di invettiva contro l’ampio ‘partito’ di chi vorrebbe abolire le province ritenendole uno spreco della politica. Tutti d’accordo o quasi sul fatto che di molte province in Italia si possa fare a meno? Tutti o quasi, perché il presidente di quella di Monza e Brianza, Dario Allevi spara a zero sul progetto di abolizione. “Sacrificare le Province in nome della spending review è un’operazione folle, antieconomica, solo demagogica: non sappiamo più come spiegarlo ai nostri rappresentanti romani”.

In questo senso il provvedimento presentato dal Ministro Delrio ci sta portando sull’orlo del baratro, pronti a fare un salto nel buio – continua Allevi –  Che ne sarà delle scuole superiori, dei centri per l’impiego, della programmazione formativa, della pianificazione territoriale che abbiamo avviato in questi anni?”.

Il presidente fa riferimento, in particolare, alla realtà che guida ovvero la provincia di Monza e della Brianza, nata solo nel 2009, per la quale sono stati investite risorse, energie e progetti “che ora rischiano di fermarsi al palo, senza neanche stimare quale spreco comporterebbe una simile operazione e quale aggravio arriverebbe dal 2014 nelle casse comunali. Tutto per un semplice e banale spot elettorale, al quale è sempre più difficile dare credito”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here