Alcatel-Lucent, emorragia di licenziamenti

0
272

VIMERCATE – Il sito di Vimercate non è tra quelli che dovrebbe chiudere i battenti nel giro dei prossimi due o tre anni: questa è l’unica buona notizia. Alcatel-Lucent ha annunciato i dettagli del piano di ristrutturazione « SHIFT Plan » durante la riunione del Comitato aziendale europeo : Tutte le regioni sono colpite, con una perdita del 15% degli addetti su due anni. L’Europa, che rappresenta oggi poco più di un terzo dei dipendenti mondiali del gruppo, paga ancora una volta il prezzo più alto. La distribuzione delle attività e le decisioni sull’arresto dello sviluppo dei prodotti non sono favorevole all’Europa, la direzione sostiene che in Europa gli investimenti attesi non si realizzano ancora.

In sostanza, un taglio di 15mila addetti entro fine 2015, di cui 586 in Italia. La chiusura o cessione di numerose sedi è ipotizzata più o meno a breve termine nella maggior parte dei paesi europei e, per quanto riguarda quelle italiane rischiano grosso quelle di Sesto Fiorentino, Padova, Bari, Napoli, Rieti e Battipaglia.

Ma gli esuberi riguardano anche la sede brianzola della multiinazionale: dei 568 lavoratori, oltre 350 rischiano il posto: una vera e propria emorragia. Tra due giorni, giovedì 17 ottobre, giovedì sarà  sciopero nazionale a Roma:  tutti i dipendenti Alcatel-Lucent  manifesteranno sotto il Ministero dello Sviluppo economico.

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here