Accoltella la moglie e finge una rapina, arrestato a Brugherio

0
245

Ha sferrato una coltellata al fianco della moglie quarantenne mandandola in ospedale, ma per allontanare i sospetti su di lui ha finto la rapina ed è fuggito nel nulla. Fortunatamente i carabinieri hanno scoperto lo stratagemma e lo hanno portato a confessare. Adesso un quarantenne è in arresto accusato di tentato omicidio. La donna intanto è in ospedale fuori pericolo di vita al Niguarda.

L’episodio risale alla serata di venerdì 15 gennaio. Erano le 21 e la donna stava rientrando nel suo appartamento dopo aver portato a spasso il cane, in una palazzina di 4 piani in una zona vicina al centro di Brugherio, vicino a viale Brianza. Ad un tratto è stata aggredita con una coltellata al fianco da quello che le era sembrato uno sconosciuto ed è rimasta lì barcollante e piena di sangue sull’asfalto. Qualcuno ha chiamato il 112 e sul posto sono arrivati il 118 e i carabinieri di Brugherio e del Norm di Monza. Mentre la donna veniva trasportata in ambulanza al Niguarda in condizioni abbastanza gravi, sul posto è arrivato il marito, un quarantatreenne disoccupato. L’uomo inizialmente ha cercato di fingere preoccupazione e ha raccontato che la moglie era stata aggredita da uno sconosciuto per essere rapinata. Ai carabinieri però il suo racconto non sembrava convincente e per questo hanno deciso di approfondire le indagini. Il giorno dopo i loro sospetti sono ricaduti proprio su di lui e dopo un interrogatorio serrato l’uomo è crollato, ammettendo di aver ferito la moglie con la quale sembra le liti fossero continue. Durante la perquisizione inc asa i carabinieri hanno trovato 130 grammi di mariuana e un bilancino di precisione. È scattato dunque l’arresto per tentato omicidio e detenzione e spaccio. La coppia ha due figli piccoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here