A Monza Italia e Cina si uniscono sotto le lanterne

0
318

Via a Monza alla prima edizione italiana del “Festival delle Lanterne Cinesi”: una manifestazione nazionale che fino al 31 gennaio 2016 permetterà ad adulti e bambini di avvicinarsi a una delle culture più antiche e affascinanti al mondo. Nell’area festival tra viale Stucchi e viale Sicilia sono stati allestiti trentuno gruppi di installazioni di grandi e piccole dimensioni: dal drago di sessanta metri alla torre alta 18, dalle pagode ai panda di Chengdu, una delle città più popolose dell’intera Cina – la quinta per numero di popolazione – e uno dei più importanti centri economici, snodo per i trasporti e le comunicazioni della Repubblica Popolare Cinese.
La sera della Festa delle Lanterne corrisponde alla prima sera di luna piena del primo mese lunare: per l’occasione in Cina vige l’usanza popolare di appendere alle case lanterne colorate. Per quattro mesi in programma ogni giorno spettacoli di intrattenimento organizzati da compagnie artistiche cinesi, la possibilità di cenare al ristorante cinese o a quello italiano e di acquistare prodotti tipici di artigianato locale. E poi, ancora, incontri per lo scambio e la cooperazione tra i due paesi nell’area meeting. L’evento nasce grazie al supporto dell’Associazione Cina Italia, che per prima ha voluto introdurre il progetto in Italia, a Monza, dopo aver ottenuto l’invito del Comune, che con l’associazione ha sottoscritto nella primavera scorsa un Protocollo di intesa per promuovere scambi culturali, turistici, economici e commerciali con il territorio. Nella realizzazione dell’iniziativa fondamentale il ruolo della società Lanterne Rosse e la partnership di APA Confartigianato, oltre al patrocinio di Camera di Commercio e Confcommercio di Monza e Brianza. Il Festival è aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 18 alle 22. Sabato e domenica dalle 16 alle 23.  Biglietti: intero 14 euro; pacchetto famiglia (2 adulti e 2 bambini) 36 euro; bambini minori di 3 anni gratis; over 65 7 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here