Il Cabaret delle piccole cose di Filippo Timi

0
185

Tra ironia e sentimento si racconta la piccola esistenza di otto piccole cose. Esistenza fatta di tragedie, peripezie, amori e istanti di felicità. Tra queste, la candelina cianfrusaglia, un rubinetto piagnone, l’ultima sigaretta prima di smettere di fumare, un sasso innamorato di un altro sasso ma senza bocca per baciarlo… A interpretarli, in camicetta collegiale e naso di Pinocchio, dieci giovani attori diretti da Filippo Timi. Questo il senso dello spettacolo CABARET DELLE PICCOLE COSE , uno spettacolo di Filippo Timi con Erica Bianco, Livia Bonetti, Matteo Cecchi, Roberto Gudese, Ilaria Marchianò, Viola Mirmina, Marco Risiglione, Federico Rubino, Federica Scianna, in programma dal 21 maggio al 2 giugno ai Bagni Misteriosi con Produzione del Teatro Franco Parenti.  «Ho scritto questi monologhi per dare voce a chi voce non ha. Si tratta di una drammaturgia che nasce dal silenzio e dalla fragilità di sentimenti che appartengono al mondo. Questi piccoli oggetti, come per magia, prendono il coraggio di strappare i fili dell’ovvietà, e si propongono in un cabaret a volte surreale a volte melanconico, a volte disperatamente comico. Riconosco un’ispirazione vagamente francescana. Tutto ha un’anima. Francesco si scusava con i sassolini quando li calpestava camminando. Se dai un nome a una pianta, la annaffi meglio», ha scritto  Filippo Timi. Info e biglietteria www.teatrofrancoparenti.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here