Gene Gnocchi torna a teatro per parlare con Dio

0
312

“Se non ci penso io ci pensa Dio”. Questo il titolo del nuovo spettacolo teatrale di Gene Gnocchi che dal 25 al 30 gennaio è al Teatro Franco Parenti di Milano. Con Diego Cassani (chitarra), regia Marco Caronna e produzione International Music and Arts, Gene Gnocchi riporta sul palco la sua comicità mista a riflessioni sarcastiche. Un vecchio ufficio, dimenticato da decenni. Dentro, un capufficio, Gnocchi, e un assistente, che da anni suona la chitarra mentre protocolla gli atti. Gene Gnocchi lavora direttamente per conto di Dio, che si esprime, a volte in maniera criptica, attraverso una vecchia radio. Ma in questi anni, i dubbi del capufficio/Gnocchi sono aumentati, il piccolo impiegato comincia a mettere in dubbio le scelte del divino principale. Su questo si snodano i monologhi dell’attore, faldoni che contengono problemi che sempre lui, il capufficio/Gnocchi, deve risolvere, domande senza risposta, problemi che attanagliano il mondo surreale di Gene che restano insoluti, riflessioni che violano un confine tra il quotidiano e l’apocalittico. Uno spettacolo in cui Gene Gnocchi si misura con il divertimento, la satira, l’iperbole e l’amarezza. Alla chitarra Diego Cassani, da molti anni compagno d’avventura di Gnocchi, che punteggia le astrazioni del capufficio con soli e ritmiche che vanno dal teatro contemporaneo alla musica popolare. Informazioni e prenotazioni www.teatrofrancoparenti.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here