Aggressione omofoba in Villa Ghirlanda Silva

0
369
Cinisello invita i cittadini alla giornata della trasparenza
Foto di Van Loon [CC BY 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by/3.0)]

Aggressione a sfondo omofobo ai danni di una giovane a Cinisello in Villa Ghirlanda Silva. Un fatto che risale a lunedì 28 giugno nel pomeriggio quando un grippo di ragazzini, quindicenni, ha chiesto una sigaretta ad una ragazza che indossava un cappellino con la scritta Lgtb. Quando lei ha risposto che non fumava l’hanno aggredita e strattonata a terra. Poi sono fuggiti. Ad accorgersi di quanto era accaduto sono stati alcuni passanti che avevano notato la ragazza in terra. Temevano avesse avuto un malore e  hanno chiamato la Protezione civile che si trovava in zona per un servizio di pattugliamento. Il racconto della ragazza è stato agghiacciante: dopo averle chiesto una sigaretta, avrebbero notato il cappellino e qualcuno di loro avrebbe pronunciato diverse offese a sfondo omofobo, prima che una delle ragazze del gruppo desse il via all’aggressione fisica. Duro l’attacco per i viiolenti da parte della Giunta comunale: «La Giunta comunale esprime piena solidarietà all’adolescente aggredita lo scorso lunedì 28 giugno, all’interno del parco di Villa Ghirlanda Silva, e vicinanza alla sua famiglia. Ogni forma di violenza, sia fisica che verbale, va condannata, qualsiasi sia il motivo dell’azione perpetrata. Si resta in attesa che le indagini della Polizia Locale facciano il loro corso e chiariscano ogni aspetto dell’aggressione. La Giunta si augura che arrivino presto riscontri oggettivi che aiutino nella valutazione e ricostruiscano quanto realmente accaduto, anche in considerazione del fatto che l’episodio ha visto il coinvolgimento di minorenni. La persona del sindaco e gli assessori, in relazione alle loro competenze, si rendono disponibili per eventuali necessità, sempre nell’ottica di ulteriori chiarimenti che la famiglia dovesse richiedere».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here