Brugherio, sulla scuola superiore messa la parola fine dalla Provincia

0
551

Ormai è ufficiale. Il progetto della scuola superiore di Brugherio, di cui la prima pietra fu posata nel 2009 dall’amministrazione provinciale di Monza guidata da Dario Allevi con il placet dell’ex sindaco Maurizio Ronchi, rimane solo sulla carta. La Provincia, infatti, ha dovuto dichiarare che è impossibile trovare i soldi per realizzare quella struttura e che quelli che ci sono in bilancio servono alla manutenzione delle scuola esistenti. Sollevata la nuova amministrazione cittadina che dovrà iniziare a pensare a cosa fare di quel “buco” nel cantiere mai realizzato. Intanto torna alla carica la consigliera della Lista Ronchi Francesca Pietropaolo ex assessore all’istruzione che dichiara di non voler rinunciare al progetto. «Ormai dieci anni fa, a Brugherio vigente l’amministrazione Cifronti, quale capogruppo dell’opposizione (Alleanza Nazionale), chiesi e ottenni un emendamento da 9 milioni di euro approvato dal bilancio della Provincia di Milano  su intervento dell’on. Paola Frassinetti – spiega – Fu quella la vera posa della “prima pietra”. Amministrare richiede spesso tempi lunghi e talvolta incomprensibili passi indietro, ma se c’è veramente la volontà politica, l’ente territorialmente competente – il Comune – ha tutti i pieni poteri per procedere e sensibilizzare i referenti di grado superiore. Rinunciare oggi alla scuola, con un placet supino, vorrebbe dire sacrificare gli interessi dei cittadini brugheresi agli interessi partitici».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here