Zapping, lotta alle discariche abusive nel quartiere 5

0
154

SESTO SAN GIOVANNI – A Sesto San Giovanni il progetto ZAPPING ha proposto ai cittadini interessati di trasformare in aiuole le fastidiose “microdiscariche” di rifiuti ingombranti presenti nel quartiere Cascina Gatti-Parpagliona.

Grazie alla sponsorizzazione della cooperativa di abitanti UniAbita e in collaborazione con l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Sesto San Giovanni, è stato promosso un percorso di progettazione partecipata che ha visto circa 30 cittadini attivi protagonisti di una attività di ricognizione delle aree più bisognose di intervento, e di produzione di proposte di arredo verde.

Input iniziale è stato quello di immaginare nuove piantumazioni al posto delle microdiscariche, ma i cittadini sono andati oltre. Sono stati progettati interventi non solo con alberi e arbusti, ma due veri angoli di verde “abitabili” con elementi quali panchine all’ombra di grandi alberi, una bacheca, un semplice gioco per i bimbi; nonché un terzo intervento che eliminerà vecchie e arrugginite recinzioni portando alberi fioriti. Gli arredi? Totalmente a costo zero, grazie al riuso di materiali “dismessi” giacenti nei depositi comunali, e qui riutilizzati.

Sabato 28 giugno (h.9.00- 17.00) un cantiere di partecipazione proporrà ai cittadini di dipingere le vecchie panchine recuperate e già messe in opera dagli operai del Comune, e di realizzare nel prato di una delle tre are individuate un semplice gioco per bimbi, l’antica “campana o mondo”, con piastrelloni in cemento e sampietrini. Successivamente, in due week-end di settembre i cittadini interessati potranno piantumare alberi e arbusti.

Per Elena Iannizzi, Assessore all’Ambiente: “Non esiste modo migliore di recuperare aree cittadine abbandonate che con l’aiuto degli abitanti. La consapevolezza della fatica, dell’impegno e della dedizione necessari per rendere vivibile e bella una città sono fondamentali perché questi angoli di paesaggio rimangano puliti e vivibili anche dopo l’intervento. Ringrazio di cuore tutti i cittadini che hanno voluto donare alla città la propria creatività, l’impegno e l’azione”. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here