Un aperitivo per chiudere il canile lager di Cerignola

0
1150

Sabato 7 ottobre, a partire dalle ore 18.30, si è svolto a Sesto il “Bau Aperitivo” presso Al Boccaccio Sport and Food. Hanno partecipato alla serata Chiara Valentino (Presidente degli Amici di Balto), Marco Stanga, Laura Lilla, il veterinario Asl dott. Buttiglion e tanti altri volontari. Presenti anche Angela Tittaferrante (assessore a Sesto con delega ai servizi sociali, associazioni e pari opportunità) Loredana Pastorino (consigliere comunale del Partito Democratico), Tommaso Iacobbe (vicepresidente dell’Associazione Pugliesi Metropolitani) e Mario Birtolo (consigliere dei Pugliesi Metropolitani). In rappresentanza de il Punto Notizie era invece presente Savina Foffa, nostro direttore commerciale.
Parte del ricavato della serata è stato devoluto all’associazione animalista Gli Amici Di Balto per sostenere le spese di costruzione del nuovo rifugio e permettere ai cani di abbandonare il canile lager di Cerignola, attualmente in funzione a Cerignola in provincia di Foggia.

I responsabili dell’associazione lanciano un appello perché il canile lager di Cerignola diventi solo un triste ricordo: “Perché tutto diventi realtà abbiamo bisogno anche del vostro aiuto. Basta sofferenza,basta lagher. Questa è la storia di un canile,un canile che per tanti anni è stato uno dei peggiori lager italiani. Un grande terreno a cielo aperto,pieno di cani abbandonati a loro stessi,senza cibo,senza acqua,senza cure ne sterilizzazioni,senza alcun riparo,un posto di morte e sofferenza. Tutto è cominciato 2 anni fa con il sequestro penale del canile e all’affidamento dello stesso all’associazione Gli amici di Balto di cui presidente è Chiara Valentino. Grazie a loro e alle tante persone che in tutta Italia si sono mobilitate per far arrivare più aiuti possibili si è cercato di ridare dignità e un futuro a chi ormai viveva nel terrore. Cani rassegnati,fobici e malati che aspettavano solo di morire. Tanti cani sono usciti da li ma tanti ancora ce ne sono (circa un centinaio).
Ma da quel posto bisogna andare via poiché si tratta di un terreno privato di proprietà della persona che ha gestito il lager fino al sequestro. Da qui nasce il sogno e la necessità di costruire un rifugio…un parco rifugio che possa accogliere i cani ancora li dentro e quelli che in futuro ne avranno bisogno. Un posto senza gabbie,con grandi aree di sgambamento e zone giorno e notte riparate. Un posto dignitoso in attesa della famiglia giusta”.

Per chi volesse sostenere il progetto dell’Associazione “Amici di Balto”, è possibile fare una donazione sul seguente conto corrente: Amici di Balto – Iban IT03Y0335901600100000073038 – Banca Prossima

Oppure Post Pay4023600670046756 – CF VLNCRL43A01C514W

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here